Reginette Integrali ai Funghi

IMG_20181224_132155

Questa è una ricetta semplice e veloce e anche molto leggera, infatti non userò ne burro ne panna ma solo ingredienti naturali e a basso contenuto di grassi;

INGREDIENTI PER 3 PERSONE

Per la Pasta

2 uova intere;

90 gr di farina di semola per pasta;

90 gr di farina Integrale;

20/30 gr di farina 00 per infarinare;

1 cucchiaino di sale;

mezzo cucchiaino di noce moscata;

Per il Sugo

200 gr di funghi misti o porcini sia freschi che surgelati intanto dovremo cuocerli;

1 cucchiaio di olio Extravergine d’oliva;

1 rametto di rosmarino;

2 foglie di salvia;

sale e pepe;

1 cucchiaio di Cognac;

1 scalogno;

1 spicchio d’aglio;

1 cipollotto;

1 bicchiere di latte circa 250ml;

3 cucchiaia di parmigiano grattugiato;

PROCEDIMENTO

Prepariamo la pasta: in una ciotola pesare le farine e mescolarle, aggiungere il sale e la noce moscata grattata, rompere le uova e aggiungerle all’impasto, ammalgamare bene ed infine impastare energicamente per almeno 10 minuti e lasciare riposare l’impasto coperto per mezzora;

 

Pesare l’impasto e dividerlo in 3 parti per comodità, stendere le parti con un mattarello in modo da ottenere una foglia sottile ma non sottilissima, tagliarla con un taglia pasta ondulato in modo da ottenere l’effetto coroncina delle reginette, cospargere con farina e lasciare asciugare all’aria;

 

Intanto mettiamo su l’acqua per la pasta a bollere raggiunto saliamo.

Prepariamo il sughetto ai funghi, tritare l’aglio, lo scalogno e il cipollotto, tagliate i funghi, in una padella mettere l’olio evo, la cipolla, l’aglio e lo scalogno tritati, soffriggere delicatamente, aggiungere sale e pepe, aggiungere i funghi farli dorare e irrorare con il cucchiaio di Cognac, lasciare evaporare l’alcool, aggiungere il latte e cuocere a fuoco basso per 10/15 minuti, cuocera la pasta in abbondante acqua salata per almeno 8 minuti dato che la pasta integrale ha una cottura diversa, prima di scolare la pasta conservare una tazzina di acqua di cottura in caso la mantecatura risulti troppo asciutta.

 

Scolare la pasta e metterla dentro al sugo e inziare a mantecare per altri 3 minuti sul fuoco e altri 2 minuti a fuoco spento con l’aggiunta di 3 cucchiaia di parmigiano;

 

 

Impiattare decoranto con una rametto di rosmarino;

 

 

Abbinamento con Franciacorta brut o Talento italiano;

Questa pasta con questi ingredienti, alla lettera, ha un apporto calorico a porzione di circa 500 calorie;

 


Paccheri ripieni Tonno e Ricotta al Sugo di Pomodoro e Cipolla di Tropea

IMG_20181223_134938

I paccheri sono un tipo di pasta di dimensioni notevoli come un rigatone ma gigante, sono originari dell Campania e i migliori a mio parere sono quelli di Gragnano;

Io li farò ripieni di magro (senza carne) in modo da servirli la vigilia di Natale.

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

40 paccheri circa 320 gr;

1 kg di ricotta fresca di Vaccina o di Caprina in base ai gusti;

1 scatoletta grande di tonno o 2 piccole da 80 gr cadauno;

1 litro di passata di pomodoro di qualità;

1 cipolla rossa grande di Tropea;

1 spicchio d’aglio

3 cucchiaia di olio extravergine d’oliva;

un peperonicino piccante;

un rametto di rosmarino;

un cucchiaino di timo;

mezzo cucchiaino di cannella;

mezzo cucchiaino di curcuma;

mezzo cucchiaino di curry;

un cucchiaio di erba cipollina tagliata fine;

un cucchiaino di prezzemolo tritato

un cucchiaino di basilico tritato;

sale e pepe;

1 cucchiaino di zucchero di canna;

un cipollotto intero;

PROCEDIMENTO

Prepariamo le mono porzioni di paccheri ripieni facendo una prova con i paccheri crudi messi in verticale dentro alle cocottine da forno, per verificare quanti ne possiamo mettere, se dobbiamo aggiustare il tiro, ovvero diminuire o aumentare la porzione in base alle dimensioni delle cocottine:

IMG_20181223_122529.jpg

Prepariamo il sugo: tritare l’aglio finemente, tagliare la cipolla a fettine sottili ma non tritatele in modo che si vedano bene dentro al sugo di pomodoro, prendiamo una pentola capiente dai bordi alti da 2 litri e facciamo soffriggere l’aglio e la cipolla, il peperoncino con 3 cucchiaia d’olio evo, spolveriamo di sale fino , aggiungiamo la salsa di pomodoro, il rosmarino, la cannalla e il cucchiaio di zucchero di canna per togliere l’acidità del pomodoro conservato, fare cuocere a fuco moderato per mezzora, aggiustare di sale;

 

 

Mettiamo l’acqua per la pasta a bollire e intanto prepariamo il ripieno, tritiamo prezzemolo e basilico, in una ciotola mettiamo la ricotta, il tonno sgocciolato, il prezzemolo, il basilico, l’erba cipollina, sale, pepe, curry e curcuma, mescoliamo bene in modo da ottenere una crema omogenea, mettere la crema dentro a una sac a poche per poter rimepire i paccheri in modo adeguato;

 

Far cuocere i paccheri 2/4 minuti in meno di quelli indicati nella confezione in modo da ultimare la cottura in forno, scottare la buccia del cipollotto per 1 minuto dentro l’acqua di cotture dei paccheri, toglierla dall’acqua e raffreddarla sotto l’acqua fredda e tagliarla a listarelle, scolare i paccheri, raffreddarli con una doccia di acqua fredda per fermare la cottura e metterli in verticale sopra ad un tagliere di legno a raffreddare e sgocciolare;

 

riempire i paccheri con il ripeno e metterli uno ad uno dentro la cocotte, legarli con la buccia di del cipollotto scottato in modo che non cadano mentre cuociono in forno, cospargere i paccheri con abbondante sugo di pomodoro e cipolla e cuorere in forno preriscaldato 180° celsius per 15/20 minuti;

 

e questo dovrebbe essere il risultato:

IMG_20181223_134938

Come abbinamento di vino un vino Rosso come il Taurasi o un Aglianico del Vulture;

Questa ricetta ha un apporto calorico di circa 550 calorie senza l’aggiunta di parmigiano sopra che mi sembra fuori luogo al massimo della ricotta stagionata ma così come l’ho concepita io ha una giusto equilibrio tra la cremosità della ricotta, la dolcezza delle cipolle e l’acidulo del pomodoro;

 


Insalata Valeriana con Fois Gras d’oie Melograna e graniglia di Nocciole

IMG_20181221_182156.jpg

Il Fois Gras è il fegato grasso delle oche o delle anatre originario della Francia del Perigord (Dordogna), Midi-Pirenei, Alsazia, il fegato di Anatra (Canard) ha un sapore più forte, mentre quello d’oca (d’oie) è più delicato, molte persone fanno confusione con il termine fois gras, il vero fois gras intero o il bloc de fois gras non vanno spalmati ma serviti a fettine sottili, mentre il patè che ha solo il 50% di fois gras può essere servito spalmato. Questa prelibatezza è servita specialmente durante le festività o in caso di cena romantica, io lo servirò in abbinamento con un insalata valeriana, cubetti di gelatina e semi di melograno;

INGREDIENTI PER 8 PERSONE

400 gr di bloc de fois gras D’oie o canard a piacere

Insalata Valeriana sogino

4 cucchiaia di olio extravergine d’oliva del Garda o Ligure o ancora meglio olio di nocciole d’Alba;

2 cucchiaia di nocciole tritate e tostate:

1 melograna;

1 dado di gelatina salato;

2 cucchiaia di aceto;

sale e pepe;

24 fette di pane carrè integrale;

PROCEDIMENTO

Il giorno prima prepariamo la gelatina:

portare ad ebollizione 250 ml di acqua, aggiugere il dado mescolare bene e scoglierlo e spegnere il fuoco, aggiungere altri 250 ml di acqua fredda mescolare bene e aggiugere 2 cucchiaia di aceto, mettere in un contenitore e riporre in frigo per tutta la notte.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sgranare la melograna spaccandola con l’aiuto di una coltello messo nel centro e usato come divaricatore, rovesciare metà della melograna e sgranarla.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Togliamo ora il bloc de fois gras dal barattolo dove è confezionato, tagliare completamente il coperchio sopra e sotto con un apriscalote, con l’aiuto di un cucchiaio spingere da sopra a sotto con ancora il coperchio metallo in modo da agevolare la fuoriuscita regolare. adesso potrete tagliarlo a fettine ne verranno circa 8 fette da 50 gr, se non lo consumate tutto si può conservare in freezer tagliato a fette per comodità:

Tostare il pane in forno, tagliare a listoni, e tagliare la gelatina a cubettini. Impiattiamo in modo grazioso con l’ausilio di oggettini di porcellana originali, come mi ha regalato la mia mamma un Natale passato, a cui dedico questa ricetta. Ho condito l’insalata con sale e pepe e l’olio extravergine d’oliva delicato del Garda o ancora meglio con olio di Nocciole d’Alba, l’ho disposata a cerchio lungo il bordo del piatto, ho cosparso la graniglia di nocciole tritate e tostate sopra, nelle cercamiche ho messo i semi di melograna, in una altra del pane tostato integrale tagliato a tocchetti, e nell’ultima una fetta di fois gras attorniata dalla gelatina tagliata a cubettini:

Abbinamento con Champagne brut anche Rosè o un ottimo  Sauternes;

Questo piatto completo di 50 gr di fois gras, 3 fette di pane carrè integrali 5 ml di olio d’oliva ha un apporto di circa 690 calorie a porzione, aggiungendo ml una flute di Champagne dovrete aggiungere altre 70 calorie;


Spaghetti al Tonno

IMG_20181206_203055.jpg

Gli spaghetti al tonno fanno parte della tradizione della vigilia di Natale e derivano dalla cucina napoletana, sono una ricetta facile ed economica e anche leggera.

Ingredienti per 2 persone

160 gr di Spaghetti di Gragnano (io ho usato quelli integrali)

1 scatoletta di Tonno piccola 80 gr (olio o naturale a vostro piacere);

6 pomodorini piccadilly o datterini dolci;

mezza cipolla rossa di Tropea;

1 cucchiaio di olio evo;

1 cucchiaino di pasta d’acciughe;

1 cucchiaio di prezzemolo tritato;

mezzo peperone giallo;

1 fetta di limone;

mezzo cucchiaino di origano secco in rami;

1 peperoncino piccante secco, sale;

PROCEDIMENTO

mettere a bollire l’acqua per la pasta deve essere abbondante, cuocere la pasta e tenerla indietro 2 minuti di cottura per mantenerla al dente con la mantecatura.

Prepariamo il sugo al tonno: tagliare la cipolla e il peperone a listarelle sottili, tritare l’aglio e tagliare a cubetti il pomodoro, tritate il prezzemolo fresco;

IMG_20181206_203006.jpg

In una pentola mettere 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, l’aglio tritato, il peperoncino, la cipolla a listarella e una spolverata di sale, soffriggere dolcemente e aggiungere la pasta di acciughe e il tonno, i pomodorini tagliati a cubetti, cuocere altri 2 minuti ed infine aggiungere i peperoni e cuocere altri 2 minuti, per ultimi gli spaghetti e  saltarli 1 minuto  e a fuoco spento il prezzemolo tritato e il succo di una fetta di limone.

 

 

 

Impiattare e servire abbitati con Falanghina (vino bianco secco).

IMG_20181206_203125

Questo primo piatto eseguito alla lettera con spaghetti integrali, tonno all’olio sgocciolato e solo con un cucchiaio d’olio extravergine bene è da considerarsi moderatamente leggero perchè apporta circa 400 calorie a porzione.

 


Scampi e Gamberi alla Catalana

IMG_20181206_163437

L’Aragosta alla Catalana è una ricetta originaria della Sardegna precisamente della provincia di Alghero, dove le aragoste sono più piccoline rispetto a quelle dei caraibi e dell’Atlantico, ma molto più saporite, io come dice il nome del mio sito ne farò una versione a “modo mio” con scampi e gamberi.

Ingredienti per 2 persone

IMG_20181206_163154.jpg

6 Scampi;

12 Gamberi;

1 cipolla rossa di Tropea;

2 Pomodori maturi grossi sodi o 6 piccoli dolci datterini;

2 gambe di sedano;

mezzo limone succoso;

1 carota grossa croccante;

mezzo peperono giallo;

2 cucchiaia di olio extravergine d’oliva Ligure da olive taggiasche;

sale e pepe;

un cucchiaino di aceto bianco;

PROCEDIMENTO

Tagliare le verdure a listarelle e i pomodori grandi a fette quelli piccoli in 4, tagliare la cipolla finemente e metterla a bagno in acqua gelida per 5 minuti,

 

prendete i crostacei e lavateli da eventuali impurità, tagliate la schiena ed estraete il tubo digerente (il filo nero), in una pentola capiente mettete 2/3 cm di acqua con un cucchiaino di aceto, adagiare i crostacei  sul supporto per cottura a vapore e cuocere solo 3/5 minuti in modo da raddosare le carni ma non perderne la sofficità e il sapore, mantenere i crostacei al caldo;

 

Prepariamo una “Citronette” con il succo di mezzo limone, 2 cucchiaia di olio evo, sale e pepe a piacere, 1/2 cucchiaia dell’acqua di cottura dei crostacei a vapore, emulsionare sbattendo energicamente e adagiare sopra alle verdure e i crostacei ancora tiepidi non freddi;

 

Abbinamento con Vermentino di Gallura o spumante Franciacorta Rosè;

Questo piatto leggero e appetitoso ha una apporto calorico di circa 350/400 calorie in base alle dimensione di gamberi e scampi, piccoli 350,  grandi 400, compreso 2 cucchiaia d’olio  extravergine d’oliva;


Falafel فلافل‎ (ricetta mediorientale)

Le Falafel o Felafel o Flafel فلافل‎ sono polpette vegetali di origine mediorientale, una ricetta semplice e vegana, un metodo sano per mangiare i legumi, i più usati sono le fave e i ceci ma anche fagioli e piselli, ogni regione del medioriente utilizza più un ingrediente o un altro, io propongo una versione ispirata all’Egitto ma molto light adatto anche a chi è a dieta o a chi non può mangiare la farina. Tutte le falafel hanno un apporto calorico di 450 calorie circa ovvero 35/40 calorie cadauno, con la salsa Tzatziki aggiungiamo circa  95 calorie;

INGREDIENTI

per 12-14  Falafel

500 gr di fave lessate;

2 scalogni  o 1 cipolla rossa;

4 spicchi d’aglio;

2 cucchiaia di prezzemolo tritato

1 cucchiaio di semi di cumino;

1 cucchiaio di semi di coriandolo;

1 cucchiaio di semi di sesamo;

1 cucchiao di olio di sesamo;

PROCEDIMENTO

In una terrina capiente mettere le fave, gli scalogni puliti e tritati, l’aglio schiacciato, il coriandolo, il cumino e il sesamo pestati, frullare il tutto con un mixer ad immersione, aggiungere 1 cucchiaio di olio di sesamo.

Formare delle quenelle con l’ausilio di 2 cucchiai di metallo e adagiarli sopra ad una teglia con carta forno e cospargere con semi di sesamo, cuocere in forno preriscalato a 200° per 20 minuti.

Impiattare e abbinare a salsa Tzatziki (vedi ricetta in questo blog);

IMG_20180924_132518

Ottime come aperitivo o come piatto vegano troveranno il favore di tutti, in abbinamento a birra di grano, a un vino siciliano come l’Inzolia o il grillo o per chi non beve alcolici una te alla menta con un goccio di miele servito fresco;

N.B.

per chi ama la tradizione e/o non ama le ricette leggere basta aggiungera all’impasto 2 cucchiai di farina di grano duro mescolare bene passare ogni falafel sulla farina e friggere in abbondante olio di arachidi invece di cuocerle al forno, provate le 2 versioni e scrivete il vostro parere qui sotto, alla prossima gustosa ricetta.


Salsa Tzatziki (Grecia)

IMG_20180924_122314.jpg

Questa salsa di origine greca è una ricetta molto semplice a basa di yogurt, cetriolo fresco, aglio e olio d’oliva extravergine;

INGREDIENTI per 1 vasetto di salsa

1 vasetto di yogurt magro a me piace magro o greco a chi piace greco 150 gr;

1 fetta di limone o 1 cucchiaio di aceto di vino bianco;

1 cetriolo medio super fresco e croccante senza semi;

1 spicchio d’aglio;

1 cucchiaino di olio evo;

1 cucchiaio di prezzemolo fresco tritato;

1 cucchiaio di menta fresca tritata

sale e paprika;

PROCEDIMENTO 5 MINUTI

IMG_20180924_121718.jpg

pelare il cetriolo e tagliarlo a cubetti piccoli piccoli, spremere lo spicchio d’aglio e tritare la menta e il prezzemolo, in un contenitore in vetro mettere lo yogurt, l’aglio spremuto, il succo di una fetta di limone succoso, il prezzemolo e la menta tritati e il cetriolo a cubettini, il cucchiaino di olio evo, mescolare bene aggiustare di sale e cospargere di paprika e la salsa è pronta. Ottima da servire con carne e pesce o da sola sul pane come spuntino o come aperitivo;

IMG_20180924_122303

In abbinamento un bicchiere di vino bianco tipo falanghina servito molto fresco o una birra di grano o anche un ottimo te alla menta;


Fidelini Speck Zucchine Curcuma

IMG_20180822_120335.jpg

I Fidelini detti anche “capelli d’angelo” sono un tipo di pasta lunga dal diametro sottilissimo in genere è una pasta all’uovo ideale per minestre in brodo, ma in commercio potrete trovarne anche di semola di grano duro realizzate solo con farina e acqua; Preparerò con questa pasta un primo leggero e ideale anche per chi è a dieta ma non vuole rinuciare ad un piatto goloso.

INGREDIENTI

per un piatto di pasta che avrà una apporto calorico di circa 500 calorie data l’abbondanza potrete usarlo come piatto unico o dividerlo in 2 porzioni da 250 calorie per chi vuole aggiungere un secondo;

IMG_20180822_113423.jpg

50 gr di fidelini di semola di grano duro;

40 gr di speck tagliato a fette;

1 cucchiaio scolmo di olio evo;

1 cucchiaio scolmo di parmigiano grattugiato;

1 cipollotto;

5/6 semi di cumino;

1 spicchio d’aglio

1 cucchiaino di curcuma;

mezzo cucchiaino di curry;

1 pezzetto di peperonicino piccante fresco;

1 rametto di rosmarino;

1 rametto di menta fresca;

1 ciuffo di basilico fresco;

sale qb;

1 tazza di acqua di cottura della pasta;

PROCEDIMENTO

mettere abbondante acqua a bollire, raggiunto il bollore salare l’acqua, buttare la pasta e cuocere per 2/3 minuti, intanto lavare e tagliare le zucchine a listarelle come dei fiammiferi, tritare l’aglio e il cipollotto e lo speck a fettine sottili;

Prima di scolare la pasta conservare 1 tazza di acqua di cottura, scolare la pasta, in una pentola capiente mettere un cucchiaio di olio extravergine di oliva, l’aglio e il cipollotto tritati e rosolare, aggiungere un pizzico di sale e una punta di peperonicino fresco piccante, aggiungere le zucchine tagliate, il cucchiaino di curcuma, il curry e il cumino, rosolare bene e aggiungere la tazza di acqua di cottura, lasciare cuocere a fuoco vivace per 5 minuti finchè l’acqua si sarà quasi asciugata,

IMG_20180822_115555.jpg

aggiungere la pasta e saltare bene, aggiungere lo speck, il rosmarino e la menta tritata, spegnere il fuoco e aggiungere il parmigiano mescolando delicatamente, impiattare;

Abbinamento con spumante trentino servito molto fresco, una flute di spumante arriva a circa 70 calorie;


Puntine di Maiale Sale e Pepe

IMG_20180729_201558

Questa ricetta semplice e veloce da preparare in forno vi semplificherà il modo di cucinare le puntine di maiale dette anche costine di maiale, con un tocco orientale senza grassi aggiunti;

INGREDIENTI per 4 persone

20 puntine di maiale (costine di maiale tagliate a pezzettini di circa 5/6 cm ognuna);

1 peperone rosso tagliato a pezzettini di 1 cm;

1 cipollotto tagliato a rondelle;

rametti di timo fresco;

succo di mezzo limone;

1 cucchiaio di salsa worcestershire;

1 cucchiaio di pepe in grani verde, rosa nero a piacere;

1 cucchiaio di sale grosso;

1 cucchiaino di semi di cumino;

1 coriandolo in grani;

1 cucchiaino di semi di finocchio;

1 cucchiaino di curry;

1 pezzettino di zenzero fresco;

1 cucchiaino di paprika dolce;

1 fetta di limone;

1 cucchiaio di timo secco;

1 spicchio d’aglio;

1 cucchiaia di semi di sesamo tostati;

PROCEDIMENTO

Mettere a marinare le puntine di maiale con il cucchiaio di salsa wocester e succo di limone, spolverare con paprika, un cucchiaio di timo secco e curry, massaggiare e lasciare insaporire per mezzora:

IMG_20180729_201939.jpg

in un pestello, pestare, il pepe, il coriandolo, il cumino, i semi di finocchio e il sale grosso

IMG_20180729_202003.jpg

tagliare il peperone rosso a quadrotti, il cipollotto a rondelle, lo zenzero a listarelle e tritare l’aglio,

IMG_20180729_201848.jpg

mettere le puntine di maiale in una teglia da forno antiaderente e cospargere con il pesto di spezie, l’aglio tritato, il cipollotto a rodelle, lo zenero e il peperone, cucinare in forno preriscaldato a 200/ 220° celsius per 30/40 minuti girando le puntine ogni 15/20 minuti, dovranno risultare dorate e croccanti;

Impiattare con timo fresco e limone a fette e cospargere il tutto con semi di sesamo tostati, abbinamento con birra Giapponese o con Vino bianco tipo Grillo servito molto freddo;


Paella (a Modo mio)

IMG_20180716_132040

La Pella è un piatto tipico della cucina Spagnola precisamente della cucina Valenciana, la parola “Paella” deriva dalla pentola in cui viene cucinata “Paellera”, una padella di ghisa con i manici ignifughi dello stesso materiale, nella vera tradizione viene cucinata sopra un fuoco di legna e brace, gli ingredienti possono essere: riso, pollo, coniglio, taccole, fagiolini, peperoni, cozze, gamberoni e soprattutto lo zafferano che da quel colore dorato e quel sapore inconfondibile; Io ovviamente ne farò una mia versione light ovvero solo 430 calorie a porzione, veloce e gustosa.

INGREDIENTI PER 2 PERSONE (430 calorie a porzione)

100 gr di riso bianco tipo arborio;

10 gamberi sgusciati;

200 gr petto di pollo tagliato a cuboni circa 4/5 cm di lato;

1 peperone rosso;

1 peperoncino piccante;

1 scalogno;

1 spicchio d’aglio;

10 fagiolini crudi;

700 ml di brodo vegetale;

2 cucchiaia di olio extravergine di oliva;

1 bustina di zafferano;

1 cucchiaino di curry;

1 cucchiaio di aceto bianco;

sale e pepe qb;

1 rametto di rosmarino;

1 rametto di timo;

5 pomodorini pachino;

PROCEDIMENTO

tritare l’aglio e lo scalogno, tagliare il peperone a listarelle, tagliare i pomodorini a metà,  pulire e sgusciare i gamberi, tagliare il petto di pollo a cubetti.

gamberoni crudi.jpg

In una padella antiaderente mettere i 2 cucchiai di olio evo e soffriggere leggermente l’aglio e lo scalogno, aggiungere il pollo e dorarlo, aggiungere i gamberi e dorarli e cospragere il tutto con 1 cucchiaio di aceto, lasciare evaporare e infine aggiungere il riso, mescolare bene, tostare il riso per 2 minuti ed infine aggiungere il brodo e i fagiolini tagliati a pezzettini, lasciare cuocere 10 minuti, aggiungere il curry e lo zafferano e il peperone a listarelle e il rosmarino tritato, cuocere ancora 5 minuti e spegnere il fuoco e aggiungere i pomodorini e il timo fresco spezzettato e servire ancora calda ma sarà buona anche fredda o riscaldata in forno;

Abbinamento con Tempranillo un vino rosso spagnolo servito a 16° celsius, o per i più audaci e festaioli una “Sangria” fatta sempre con il Tempranillo con aggiunta di succo e fette di arancia, 1 pezzetto di cannella, 5 chiodi di garofano, 1 pesca matura e una mela a tocchetti, mezzo limone spremuto, 2 cucchiaia di zucchero di canna, 3 cucchiaia di Rum Amber e lasciare macerare in frigo e aggiungere tanto ghiaccio prima di servirla;


Gnocchi Integrali di Barbabietola Rossa con Bisque di Gamberoni

IMG_20180602_142111

Essere a Dieta non vuol dire mangiare male o insapore, questa ricetta di mia invenzione si base sul gusto, sul riciclo (dato che avevo avanzato la barbabietola cotta) e sul uso di ingredienti alternativi e sani come il Cipollotto Nocerino Dop in uso fin dagli albori della civiltà Italica soprattutto nell’Antica Roma e a Pompei e la farina integrale. La ricetta sembra molto complessa e laboriosa ma invece è semplice e abbastanza veloce;

INGREDIENTI PER 3 PERSONE

Per gli Gnocchi

100 gr di farina integrale di grano tenero;

200 gr di farina 00;

200 gr barbabietole rosse già cotte;

1 uovo freschissimo;

mezzo cucchiaino di sale fino;

mezzo cucchiaino di noce moscata;

Per la Bisque e i gamberoni tostati

6 Gamberoni argentini;

1 cipollotto;

2 cucchiai di olio evo

mezzo spicchio di aglio;

3 pomodori piccadilly belli maturi;

sale pepe

1 rametto di rosmarino;

1 rametto di timo;

1 foglia di basilico;

2 cucchiaia di olio evo;

1 cucchiaio di Cognac;

2 rametti di menta;

la punta di un peperoncino seccato piccante;

mezzo cucchiaino di curry;

1 fetta di limone;

300 ml di acqua;

PROCEDIMENTO

Prepariamo la Bisque: separiamo le teste dei gamberoni dal corpo, in una pentola capiente mettiamo 1 cucchiaio di olio evo tostiamo le teste di bamberi e mezzo spicchio d’aglio spremuto, la punta del peperoncino piccante, aggiungiamo i pomodorini piccadilly tagliati a cubetti, rosoliamo per 3 minuti e sfumiano con il cucchiaio di Cognac, aggiungiamo l’acqua e lasciamo cuocere almeno mezzora  o meglio 40 minuti a fuoco medio 5 minuti prima aggiungiamo il rosmarino e il timo tagliati finemente;

Al termine della cottura separate con un setaccio il sugo dalle teste, conservatelo e fatelo cuocere ancora 5 minuti;

Prepariamo gli gnocchi: dentro a un contenitore dai bordi alti frullare con un mixer ad immersione la Barbabietola rossa finchè non sarà cremosa e senza grumi, aggiungere l’uovo, il pizzico di sale e il pizzico di noce moscata, ammalgamare bene e aggiungere prima la farina integrale, successivamente quella 00, ammargamare finchè non diventerà un composto sodo, uniforme e pronto per essere trasformato e porzionato in gnocchi, impastando energicamente e suddividendolo in 3 salamotti uguali, rotolarli sotto le mani per farne dei serpentelli e tagliare definitivamente gli gnocchi con un coltello di 2/3 centimetri cadauno, cospargere di farina per non farli attaccare, cuocere in abbondante acqua salata finchè non verranno a galla e raccoglierli con una sciumarola:

Prepariamo i gamberoni:

pulire i gamberoni e privarli del carapace e del tubo digerente lasciando solo le codine, tagliare il cipollotto a listarelle in senso verticale:

IMG_20180602_142359.jpg

in una pentola mettere un cucchiaio di olio evo, una foglia di basilico, il cipollotto tagliato, sale e pepe a piacere, aggiungiamo i gamberoni puliti e tostiamoli 2/3 minuti avendo cura di girarli bene, aggiungere un pizzico di curry e una spruzzata di limone e spegnere il fuoco;

Impiattiamo con cura nel seguente ordine: prima la bisque che avremo mantenuto calda ma non bollente, dentro gli gnocchi e sopra adagiati con grazia 2 gamberoni a commensale con un pezzo di cipollotto e 2 foglie di menta e il piatto è servito se vi può interessare le calorie di questo piatto sono circa 600 per commensale, in fondo è un piatto unico e gustoso:

In abbinamento suggerisco un’eccellenza italiana: il Prosecco Superiore di Cartizze;

Il mio ricorda vagamente un Arcimboldo e la cosa non mi dispiace 😉


Tartare di Manzo

IMG_20180519_141526.jpg

La Tartare di Manzo è un piatto veloce, sano e dietetico, usato come antipasto o come secondo o piatto unico insime a delle verdure ma anche ottima da sola;

INGREDIENTI PER OGNI COMMENSALE

200 gr di manzo battuto al coltello o macinato;

1/4 di limone;

1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva di qualità;

1 cucchiaino di senape;

mezzo cucchiaino di salsa Worcester;

sale pepe a piacere;

Per la decorazione a piacere: foglie di prezzemolo/ menta o goccie di aceto balsamico tradizionale di Modena;

P.S. alla tartare di manzo si può aggiungere un tuorlo d’uovo(rosso) di gallina o di quaglia per renderla più intensa e per chi può scaglie di Tartufo Bianco;

PROCEDIMENTO

Prendere la carne e metterla in un piatto fondo, aggiungere: il succo di 1/4 di limone, 1 cucchiaio di senape, olio extravergine d’oliva, salsa Worcester, sale e pepe ammangamare molto bene;

lasciare riposare 5 minuti e con un coppapasta formare un cilindro sul piatto da portata e decorare a piacere con foglie di menta, prezzemolo o gocce di aceto balsamico;

Servire in abbinamento alla tartare semplice un ottimo Pelaverga vinificata in Bianco, per chi aggiunge tartufo un Pelaverga classico;


Gamberoni su crema di ceci

IMG_20180518_195021.jpg

Gamberi o gamberoni e ceci sono un’abbinata vincente, la delicatezza del gamberone con la cremosità della passata di ceci sono una ricetta golosa, ipocalorica e gustosissima;

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

4 Gamberoni;

1 scatola di ceci lessati 400 gr lordi 240 sgocciolati;

2/3 cucchiaia di olio evo;

mezzo scalogno;

mezzo spicchio d’aglio;

mezzo limone;

1 rametto di rosmarino;

foglie di menta per decorare;

2 cucchiaia di cognac;

1/2 cucchiaino di paprika;

sale e pepe e curry;

PROCEDIMENTO

pulire i gamberoni e privarli del carapace e del tubo digerente lasciando la testa e la coda, marinare con il succo di mezzo limone, 1 cucchiaio di olio evo, mezzo spicchio d’aglio spremuto, pepe e un pizzico di curry

IMG_20180518_195436.jpg

Scolare i ceci e tritare lo scalogno, in una pentola dai bordi alti soffriggere lo scalogno in 1 cucchiaio di olio evo salare e aggiungere i ceci e mezzo bicchiere di acqua fredda ed infine il rosmarino e cuocere per 10 minuti:

Frullare i ceci e assagiare il composto e aggiustare di sale a piacere, disporlo in un piatto da portata e cosparegere di paprika dolce o piccante secondo i gusti:

Prendere una padella antiaderente e arrostire i gamberoni 1/2 minuti per lato a fuoco vivo e adagiarli sopra la crema di ceci, decorare con foglie di menta fresca e con alcune goccie d’olio d’oliva extravergine;IMG_20180518_194939

Abbinamento con Champagne Rosè o con Franciacorta Rosè a 4/5° celsius;


Focaccine di Fiocchi di latte al Forno

IMG_20180516_181722

Questa ricetta è nata dal mio desiderio di voler realizzare una ricetta dietetica, saporita utilizzando un ingrediente poco calorico come i fiocchi di latte, insaporendoli e trasformandoli in pizzette gustosissime;

INGREDIENTI PER 8/9 PIZZETTE

845 (Calorie Totali)  = 110 Calorie cadauna circa

IMG_20180516_181643.jpg

400 gr di Fiocchi di latte;

100 gr farina 00;

1 uovo;

1 cucchiaio di olio evo;

1/4 di cucchiaino di bicarbonato;

1/2 cucchiaino di lievito di birra in polvere;

1 cucchiaino di origano secco abbondante;

1/4 di cucchiaino di aglio in polvere;

1 cucchiaino di pasta d’acciughe;

1/2 cucchiaino di salsa Tabasco;

mezzo cucchiaino di semi di cumino;

PROCEDIMENTO

Preriscaldare il forno a 200 gradi

Mischiare tutti gli ingredienti dentro a una ciotola capiente e impastare bene con l’aiuto di un cucchiaio, prendere un altro cucchiaio formare delle quenelle che disporrete in una teglia forno antiaderente o usando la carta forno;

 

 

Cuocere in forno per 20 minuti e poi rigirare e cuocere ancora 5/10 minuti, togliere dal forno e servirle sia caldeche fredde, in abbinamento ad un insalata se per un pasto o come aperitivo per i vostri ospiti:

 

 

Abbinamento con vino Bianco fresco tipo favorita/arneis;

 

 


Gnocchi di Patate dolci e cacao, quenelle di Robiola Timo e Menta, bacon croccante

IMG_20180419_213017

Le patate dolci originarie degli Stati Uniti sono prodotto anche in italia: Veneto e Puglia, non sono propriamente dolci ma piuttosto assomigliano come sapore alla zucca, si possono fare fritte, al forno, bollite come le patate tradionali, io le utilizzerò per realizzare degli gnocchi con aggiunta di cacao amaro per smorzarne la dolcezza e aggiungere aromaticità, dando freschezza con la robiola arricchita da erbe aromatiche quali Timo e Menta, aggiungendo una nota croccante con il Bacon tostato;

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

500  di patate dolci sbucciate crude;

300/400 gr di farina dipende dall’acquosità delle patate;

1 cucchiaio abbondate di cacao amaro di qualità;

1 cucchiaino da te di cannella in polvere;

1 cucchiaino da te di noce moscata in polvere;

2 cucchiaini da te di sale fino;

1 uovo;

20 gr di burro

2 foglie di salvia fresca;

4 foglie di menta fresca;

4/5 rametti di timo fresco;

1 robiolina da 100 gr;

1 spolverata di paprika piccante;

4 cucchiaia di parmigiano grattugiato;

100 gr di bacon tagliato a fette;

2 cucchaia di olio evo;

PROCEDIMENTO

prendere le patate sbucciarle e tagliarle a tocchetti lavarle e cuocerle in abbondante acqua per circa 40 minuti;

 

 

 

Lasciare raffreddare le patate e schiacciarle con uno schiaccia patate, aggiungere il cucchiaio di cacao amaro, amalgamate molto bene, aggiungere metà della farina e l’uovo, impastare bene e aggiungere 2 cucchiaia di parmigiano grattugiato, la noce moscata e la cannella in polvere, il sale fino, impastare e aggiungere l’altra metà della farina piano piano in modo da aggiustare l’impasto fino ad ottenere un composto sodo per stendere e ottenere dei cilindri di circa 2 cm di diametro, tagliare i cilindri ogni 2 cm ottendento così i nostri gnocchi, se avete tempo e voglia arrotondateli,

 

 

 

cuocere gli gnocchi in abbondate acqua salata, quando verranno a galla saranno pronti, scolarli e saltarli con burro e salvia ed infine cospargerli con 2 cucchiai di parmigiano grattugiato e a crudo 2 cucchiai di olio evo:

 

 

 

Tostiamo il bacon in una pentola antiaderente mettiamo 1 fetta di bacon a commensale e spolveriamo di sale fino e cuociamo finchè non saranno belle croccanti:

IMG_20180419_213205.jpg

Prepariamo le quenelles: aggiungiamo alla Robiola fresca, un pizzico di paprika, la menta e il timo spezzettati, ammalgamarli bene e formare le quenelles usando 2 cucchiai che verranno girati uno dentro l’altro compattando la robiola e formando le quenelles:

 

 

 

Impiattiamo i nostri gnocchi mettendo 2/3 cucchiaia di gnocchi al centro del piatto, formando una quenelle di ricotta alle erbe fini sopra ai gnocchi e spezzettando il becon croccante sopra, questo dovrebbe essere il risultato:

IMG_20180419_213017

Abbinamento con Birra scura tipo Beamish servita molto fredda con schiuma alta 2 cm;