Peperoni ripieni di Gamberetti

Nella stagione estiva è bello sperimentare ricette con le verdure di stagione, i peperoni sono una verdura con pochissime calorie, ne farò una versione ripiena di gamberetti, pangrattato uova e un pizzico di curry;

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

2 peperoni belli grossi o 4 piccolini;

2 uova;

200 gr di gamberetti cotti al vapore sgusciati;

2 cucchiaini di prezzemolo e menta tritati,

30 gr di pangrattato integrale;

sale pepe e un pizzico di curry;

1 cucchiaio di olio evo;

1 cucchiaino di buccia di limone grattuggiato biologico;

succo di limone 1 fetta;

PROCEDIMENTO

In una ciotola mettere le uova e sbatterle con sale e pepe, aggiungere il pangrattato, i gamberetti, la menta e il prezzemolo tritato, la buccia e il succo di limone, il cucchiaio di olio evo e ammalgamare tutto molto bene:

Pulire e tagliare i peperoni a metà e poi acora a metà, disporli in una teglia e riempirli con l’impasto ai gamberetti, spolverare con curry in superficie:

Cuocere in forno preriscaldato a 180° celsius per 30 minuti, sofrnare e servire sia caldi che freddi;

Potrete servire i peperoni come antipasto, come secondo, come piatto unico, abbinato ad una insalata o a dei pomodori cotti al forno:

peperoni ripieni di gamberetti

Vino in abbinamento un vermentino di Gallura.


Parmigiana di Zucchine

Parmigiana di Zucchine

La parmigiana in genere si fa con le melanzane, ma io ne farà una versione con le zucchine più leggera e delicata.

INGREDIENTI PER UNA TEGLIA DI PARMIGIANA PER 4/5 PERSONE

10 zucchine piccole o 5/6 grosse;

2 mozzarelle fresche;

4 pomodori grossi e belli maturi;

origano, sale, peperoncino, 1 spicchio d’aglio spremuto;

mezzo litro di olio di arachidi per friggere;

2 cucchiaia di olio d’oliva extravergine;

un pò di farina per infarinare le zucchine;

1 cucchiaio abbondante di pangrattato;

PROCEDIMENTO

lavare e tagliare le zucchine a fettine sottili non a rondelle ma in modo verticale per ottenere delle fette pià grandi, cospargerle di sale e infarinarle, mettere l’olio di arachidi in una padella , portarlo a temperatura costante e friggere le zucchine 3/4 minuti in abbondante olio, devono galleggiare:

zucchine fritte

Scolarle e depositarle su della carta assorbente, tagliare i pomodori a cubetti e condirli con olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale, peperoncino, uno spicchio d’aglio spremuto e cospargere di origano;

pomodori a cubetti

Tagliare la mozzarella a cubetti, in una teglia adagiare uno strato di zucchine fritte, cospargere di pomodoro, aggiungere un pò di cubetti di mozzarella e rifare un altro strato di zucchine e poi pomodoro, mozzarella, ecc… alla fine cospargere di pomodoro, abbondante mozzarella , un cucchiaio di pangrattato spolverato sopra e un giro d’olio evo , un pizzico di sale, un pizzico di origano e peperoncino;

Cuocere in forno preriscaldato a 180° celsius per 30/40 minuti, sfornare e aspettare 10 minuti per tagliarla, potete servirla sia calda che fredda, ottima come antipasto, secondo, da portare al picnic, ma vi garantisco che il sapore delicato vi stupirà.

Abbinamento con una favorita , un ottimo vino bianco Piemontese.


FRITTELLE DI SPINACI

IMG_20200502_175036517

Sulla falsa riga delle fritelle dolci, ecco delle frittelle salate vegetariane a base di spinaci Saltati.

INGREDIENTI PER 8/10 frittelle

250/300 gr di spinaci cotti saltati con olio, limone ed uno spicchio d”aglio;

1 uovo intero;

100 gr di farina 00;

50 ml di latte;

8 gr di lievito in polvere per dolci non vanillato;

2 cucchiaia di parmigiano grattugiato;

sale ;

Olio di arachidi per friggere;

Foglie di menta fresca;

PROCEDIMENTO

cuocere gli spinaci e saltarli con olio e limone e uno spicchio d’aglio tritato;

IMG_20200502_170202474

In una ciotola dai bordi alti mettere: l’uovo, la farina, il latte e ammalgamate bene, aggiungete il parmigiano, aggiustare di sale, aggiungere il lievito ed infine gli spinaci;

 

In una padella, mettete a scaldare abbondante olio per friggere, formate delle frittelle con l’aiuto di 2 cucchiai da minestra, friggete 2/3 minuti per lato finchè non galleggeranno leggere, disponetele su una carta casa assorbente;

 

Cospargete di sale e di menta fresca che darà un sapore unico alle nostre frittelle.

 

Abbinamento con un Ortrugo Piacentino molto fresco ed ideale;


Tortino di Cozze con Salsa di pomodoro e basilico

IMG_20190816_150531.jpg

Questo Tortino di Cozze è ispirato alle cozze ripiene, ma senza il fardello di ripempirle e pulirle, quindi minimo sforzo massima resa 😉 . Si possono realizzare delle mini porzioni o un tortino unico da tagliare a fette a voi la scelta, verrà poi servito con una salsa di pomodoro e basilico ancora tiepido.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

400 gr di cozze sgusciate fresche o surgelate;

400 gr di polpa di pomodoro;

200/300 gr di pane grattato;

3 uova;

50 gr di parmigiano;

1 cucchiaio di prezzemolo tritato;

1 cucchiaio di basilico tritato;

1 scalogno;

1 spicchio d’aglio;

1 peperoncino;

sale qb;

mezzo limone sia il succo che la buccia quindi biologico;

rametti di basilico per decorare;

1 cipollotto tritato;

paprika piccante;

5 cucchiaia di olio evo;

1 cucchiaio di zucchero di canna;

1 cucchiaio di aceto;

mezzo bicchiere di latte;

PROCEDIMENTO

Cuocere e pulire le cozze o urane di congelate, in una ciotola mettere il pane grattato, il parmigiano grattato, il prezzemolo, basilico, aglio e scalogno tritati; le uova, il latte, la paprika,il succo di mezzo limone e la buccia grattata, mescolare bene e aggiustare di sale, aggiungere le cozze e disporre il composto in una pirofila da forno antiaderente o con carta forno, cosparegere con un filo d’olio evo; Infornare a forno preriscaldato a 170° per 30 minuti, se fate delle mono porzioni dovrete ridure il tempo a 15 minuti:

Mentre si cuoce il tortino prepariamo un sugo semplice di pomodoro e basilico con soffritto di cipollotto, in una padella mettere 1 cucchiaio di olio evo, il cipollotto tritato e un pizzico di sale e del peperoncino, soffrigere e aggiungere la polpa di pomodoro, 1 cucchiaio di zucchero di canna e un cucchiaio di aceto, cuocere per mezzora e al termine mettere del basilico tritato a fuoco spento; Sfornare il tortino e lasciare raffreddare 10 minuti;

Impiattiamo il nostro tortino, tagliare a fette potrete ottenerne 4 come secondo o 6 come antipasto, adagiare su un piatto di portata e cospargere con il sugo di pomodoro e decorare con una foglia di basilico:

IMG_20190816_150429.jpg

In abbinamento a Ortrugo dei Colli Piacentini frizzante servito a 4° gradi;


Goulash di Cervo

img_20181231_202747

La preparazione della selvaggina è sempre complessa e deve essere fatta molto bene per avere sapore e consistenza giusta, io farò un Goulash di Cervo ispirato alla tradizione Austroungarica, lo potrete assaggiare in varie versioni in Alto Adige, Ungheria e in Austria. Il prezzo di mezzo chilo di bocconcini di cervo certificato e surgelato, a gennaio 2019 era di 7,80€,  qui sotto i dettagli della confezione come vedrete origine e consigli di consumo e avvertenze di eventuali pallini da caccia che si potrebbero trovare dentro la carne.

 

Ingredienti per 3/4 porzioni

500 gr. di muscolo di cervo
una cipolla
una carota
un sedano
due cucchiai di concentrato di pomodoro
1 cucchiaio di paprika dolce

1 cucchiaino di Garam Masala (mix di spezie macinate: coriandolo, cumino, pepe, noce moscata, cardamomo, chiodi di garofano, finocchio e alloro, acquistabile negli Asian market della vostra città a 1€ alla bustina);
250 ml di vino rosso Teroldego;
5 bacche di Ginepro
5 rametti di timo fresco;

5 foglie di salvia

2 cucchiaia di prezzemolo tritato

un rametto di rosmarino
2/3 cucchiaia di confettura di mirtilli neri;

una vaschetta di mirtilli freschi o chicchi di melograno;

Per il brodo
2 litri di acqua fredda, un pezzo di osso di tibia di manzo (l’osso dell’ossobuco per capirci) una carota una cipolla e un gambo di sedano;
sale e pepe;

Precedimento:

La sera prima prendere i bocconcini di cervo surgelati e toglierli dalla confezione, metterli in un contenitore capiente e sigillabile con coperchio, cospargeli con 200/300 ml di vino rosso, mezza cipolla tritata grossolanamente, una foglia di alloro e lasciare scongelare in frigo (non a temperatuta ambiente è pericoloso e poco igienico) coperti e sigillati per tutta la notte, mescolare ogni tanto per ammalgamare la carne col vino.

 

Preparare un brodo con 2 litri di acqua, un pezzo di osso di tibia di manzo, una carota una cipolla e un gambo di sedano, cuocere per 1 ora sale a piacere, togliere dal brodo le carote e l’ossobuco e filtrare;

img_20181230_184455
Tritare finemente cipolla, sedano e carota.

IMG_20181231_125545.jpg
Tagliare la carne di cervo a cubetti più piccoli o lasciarli così come li trovate, asciugarla bene dal vino ma vedrete che lo avrà assorbito tutto, in una pentola dai bordi alti meglio se in terracotta, fare sciogliere il burro con la salvia e il rosmarino aggiungere i trito di sedano carota e cipolla, e soffriggere i bocconcini di cervo per almeno 5 minuti,

 

aggiungere il vino rosso e il concentrato di pomodoro, ed infine la paprika. Lasciate cuocere per una una mezz’ora , aggiungete il brodo ottenuto con l’osso dell’ossobuco, lasciare cuocere dolcemente per
due ore, aggiungete le bacche di ginepro pestate, il timo e la confettura di mirtilli rossi cuocere ancora per 15/20 minuti in base alla densità che volete raggiungere ed infine i mirtilli freschi o i chicchi di melograno che rinfrescheranno il piatto.

 

Impiattare cospargendolo di prezzemolo fresco tritato, abbinato a polenta o a dei canederli (vedi ricetta in questo blog  https://cucinareamodomio.com/2017/01/05/knodel-canederli-alto-adige/ ) . Abbinamento con vino rosso Inferno della Valtellina o Teroldego Rotaliano;

 


Falafel فلافل‎ (ricetta mediorientale)

Le Falafel o Felafel o Flafel فلافل‎ sono polpette vegetali di origine mediorientale, una ricetta semplice e vegana, un metodo sano per mangiare i legumi, i più usati sono le fave e i ceci ma anche fagioli e piselli, ogni regione del medioriente utilizza più un ingrediente o un altro, io propongo una versione ispirata all’Egitto ma molto light adatto anche a chi è a dieta o a chi non può mangiare la farina. Tutte le falafel hanno un apporto calorico di 450 calorie circa ovvero 35/40 calorie cadauno, con la salsa Tzatziki aggiungiamo circa  95 calorie;

INGREDIENTI

per 12-14  Falafel

500 gr di fave lessate;

2 scalogni  o 1 cipolla rossa;

4 spicchi d’aglio;

2 cucchiaia di prezzemolo tritato

1 cucchiaio di semi di cumino;

1 cucchiaio di semi di coriandolo;

1 cucchiaio di semi di sesamo;

1 cucchiao di olio di sesamo;

PROCEDIMENTO

In una terrina capiente mettere le fave, gli scalogni puliti e tritati, l’aglio schiacciato, il coriandolo, il cumino e il sesamo pestati, frullare il tutto con un mixer ad immersione, aggiungere 1 cucchiaio di olio di sesamo.

Formare delle quenelle con l’ausilio di 2 cucchiai di metallo e adagiarli sopra ad una teglia con carta forno e cospargere con semi di sesamo, cuocere in forno preriscalato a 200° per 20 minuti.

Impiattare e abbinare a salsa Tzatziki (vedi ricetta in questo blog);

IMG_20180924_132518

Ottime come aperitivo o come piatto vegano troveranno il favore di tutti, in abbinamento a birra di grano, a un vino siciliano come l’Inzolia o il grillo o per chi non beve alcolici una te alla menta con un goccio di miele servito fresco;

N.B.

per chi ama la tradizione e/o non ama le ricette leggere basta aggiungera all’impasto 2 cucchiai di farina di grano duro mescolare bene passare ogni falafel sulla farina e friggere in abbondante olio di arachidi invece di cuocerle al forno, provate le 2 versioni e scrivete il vostro parere qui sotto, alla prossima gustosa ricetta.


Puntine di Maiale Sale e Pepe

IMG_20180729_201558

Questa ricetta semplice e veloce da preparare in forno vi semplificherà il modo di cucinare le puntine di maiale dette anche costine di maiale, con un tocco orientale senza grassi aggiunti;

INGREDIENTI per 4 persone

20 puntine di maiale (costine di maiale tagliate a pezzettini di circa 5/6 cm ognuna);

1 peperone rosso tagliato a pezzettini di 1 cm;

1 cipollotto tagliato a rondelle;

rametti di timo fresco;

succo di mezzo limone;

1 cucchiaio di salsa worcestershire;

1 cucchiaio di pepe in grani verde, rosa nero a piacere;

1 cucchiaio di sale grosso;

1 cucchiaino di semi di cumino;

1 coriandolo in grani;

1 cucchiaino di semi di finocchio;

1 cucchiaino di curry;

1 pezzettino di zenzero fresco;

1 cucchiaino di paprika dolce;

1 fetta di limone;

1 cucchiaio di timo secco;

1 spicchio d’aglio;

1 cucchiaia di semi di sesamo tostati;

PROCEDIMENTO

Mettere a marinare le puntine di maiale con il cucchiaio di salsa wocester e succo di limone, spolverare con paprika, un cucchiaio di timo secco e curry, massaggiare e lasciare insaporire per mezzora:

IMG_20180729_201939.jpg

in un pestello, pestare, il pepe, il coriandolo, il cumino, i semi di finocchio e il sale grosso

IMG_20180729_202003.jpg

tagliare il peperone rosso a quadrotti, il cipollotto a rondelle, lo zenzero a listarelle e tritare l’aglio,

IMG_20180729_201848.jpg

mettere le puntine di maiale in una teglia da forno antiaderente e cospargere con il pesto di spezie, l’aglio tritato, il cipollotto a rodelle, lo zenero e il peperone, cucinare in forno preriscaldato a 200/ 220° celsius per 30/40 minuti girando le puntine ogni 15/20 minuti, dovranno risultare dorate e croccanti;

Impiattare con timo fresco e limone a fette e cospargere il tutto con semi di sesamo tostati, abbinamento con birra Giapponese o con Vino bianco tipo Grillo servito molto freddo;


Gamberoni su crema di ceci

IMG_20180518_195021.jpg

Gamberi o gamberoni e ceci sono un’abbinata vincente, la delicatezza del gamberone con la cremosità della passata di ceci sono una ricetta golosa, ipocalorica e gustosissima;

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

4 Gamberoni;

1 scatola di ceci lessati 400 gr lordi 240 sgocciolati;

2/3 cucchiaia di olio evo;

mezzo scalogno;

mezzo spicchio d’aglio;

mezzo limone;

1 rametto di rosmarino;

foglie di menta per decorare;

2 cucchiaia di cognac;

1/2 cucchiaino di paprika;

sale e pepe e curry;

PROCEDIMENTO

pulire i gamberoni e privarli del carapace e del tubo digerente lasciando la testa e la coda, marinare con il succo di mezzo limone, 1 cucchiaio di olio evo, mezzo spicchio d’aglio spremuto, pepe e un pizzico di curry

IMG_20180518_195436.jpg

Scolare i ceci e tritare lo scalogno, in una pentola dai bordi alti soffriggere lo scalogno in 1 cucchiaio di olio evo salare e aggiungere i ceci e mezzo bicchiere di acqua fredda ed infine il rosmarino e cuocere per 10 minuti:

Frullare i ceci e assagiare il composto e aggiustare di sale a piacere, disporlo in un piatto da portata e cosparegere di paprika dolce o piccante secondo i gusti:

Prendere una padella antiaderente e arrostire i gamberoni 1/2 minuti per lato a fuoco vivo e adagiarli sopra la crema di ceci, decorare con foglie di menta fresca e con alcune goccie d’olio d’oliva extravergine;IMG_20180518_194939

Abbinamento con Champagne Rosè o con Franciacorta Rosè a 4/5° celsius;


TORTINO ceci patate tonno acciughe

IMG_20180127_141805.jpg

Questo Tortino nasce dalla mia passione per la cucina mediorientale e per i legumi, la realizzerò con aggiunta di tonno in scatola e acciughe ma può essere realizzata vegetariana/vegana togliendo gli elementi animali e/o di derivazione del latte;

INGREDIENTI per 4 tortini

240 gr di Ceci lessati

1 patata bollita grande circa 100 gr

1 cucchiaiano di olio di sesamo

1 scatola di tonno piccola

2/3 acciughe sott’olio

2 cucchiaia di parmigiano grattugiato

1 cucchiaio di prezzemolo tritato

1 cucchiaio di erba cipollina

1 spicchio di aglio

1 cucchiaino paprika

1 cucchiaino di curry

semi di sesamo;

sale

olio di semi e pane grattato per rendere antiaderenti gli stampini

PROCEDIMENTO

prendere i ceci e scolarli e metterli in una terrina insieme alle patate bollite, il tonno scolato dall’olio e le acciughe, con un frullatore ad immersione ridurre il tutto ad una crema densa, aggiungere il parmigiano, l’erba cipollina e il prezzemolo, la paprika e l’olio di sesamo:

usare delle cocotte di ceramica da forno o quelle in alluminio usa e getta, ungerle d’olio e cospargerle con pane grattato, riempire gli stampi con l’impasto e spolverare con paprika e semi di sesamo:

Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti, sfronare e lasciare raffreddare per 20 minuti in modo da non romperli

servire in abbinamento ad una bella insalata mista di verdure croccanti come peperoni, iceberg, pomodori;

Abbinamento vino con bianco Grillo, Inzolia, Vermentino;


Carciofi Ripieni

IMG_20180124_234854

I caciofi mammole quando inizio a vederli nel banco della verdura mi riempiono di gioia perchè la loro comparsa annuncia la fine dell’Inverno. I carciofi ottimi fritti alla “Giudia” come ricetta in questo blog (https://cucinareamodomio.wordpress.com/2016/03/02/carciofi-alla-giudia-cucina-giudaico-romanesca/) , nei risotti, nella pasta e ripieni come la ricetta qui di seguito, sono uno dei miei piatti preferiti, semplice, veloce e saporitissimo, in tardo Inverno e in Primavera se ne trovano di freschi e croccanti. Mi raccomando comprate frutta e verdura di stagione non solo saranno più saporite ma costeranno anche meno!!!

INGREDIENTI per 4 persone

8 carciofi mammole

8 acciughe sott’olio belle grosse

2 spicchi d’aglio

4 cucchiaia di parmigiano grattugiato

8 cucchiaia di pane grattato

2 cucchiaia di prezzemolo fresco tritato

4 cucchiaia di olio evo

3 peperoncini piccolini secchi piccanti

1 limone

sale

1 cucchiaio di aceto

2 cucchiaia di vino bianco

PROCEDIMENTO

prendere i carciofi privarli delle foglie esterne più dure ma solo poche, pelare il gambo e lavare bene, separare i gambi dalle teste e fare bollire in abbondante acqua salata con un cucchiaio di aceto per mezzora:

prepariamo il ripieno: in una ciotola capiente mettere il pane grattato, il parmigiano, il prezzemolo tritato, l’aglio tritato, le acciughe tagliuzzate, i peperoncini, la buccia grattugiata di 1 limone, il succo di 1 limone, l’olio d’oliva, aggiustare di sale e ammalgamare bene il tutto. Scolare ed asciugare i carciofi, riempirli con il ripieno e metterli in una teglia forno unta d’olio e aggiungere il vino bianco; Cuocere in forno preriscaldato a 180° celsius per 20 minuti.

Servire caldi saranno ottimi anche da soli senza companatico, in abbinamento come ho già detto diverse volte con carciofi, aceto, gelato non ci sono abbinamenti cibo-vino;

Acqua fresca gassata con un fetta di limone sarà perfetta!


Crocchette di Riso al forno

IMG_20180116_170247.jpg

Questa ricetta è ottimale per riciclare gli avanzi di pollo, tacchino e maiale arrosto, ma si potrebbe realizzare anche con avanzi di pesce;

INGREDIENTI PER 18/20CROCCHETTE

300 gr di avanzi di carne cotta (maiale, tacchino, pollo);

150 gr di riso basmati;

1 cucchiaio di curcuma;

1 scalogno;

1 spicchio d’aglio

1 uovo

basilico e prezzemolo tritato fresco

pane grattato

sale pepe noce un cucchiaino di moscata e 1 di cannella grattati

10 gr di burro

2 cucchiaia di olio d’oliva

50 gr di parmigano grattugiato

PROCEDIMENTO

Cucere il riso usando il seguente metodo: 2 tazze di acqua e 1 riso, portare l’acqua leggermente salata a ebollizione, aggiungere una noce di burro e 1 cucchiaino di curcuma, cuocere il riso per 10 minuti a fuoco basso, spegnere, mettere il coperchio e lasciare riposare almeno altri 10 minuti, sgranare e lasciare raffreddare in una ciotola:

IMG_20180116_171024.jpg

tritare la carne, lo scalogno e lo spicchio d’aglio e aggiungerlo al riso insieme al parmigiano, il prezzemolo, il basilico, la noce moscata, la cannella ed infine l’uovo, ammalgamare bene e aggiustare di sale;

formare delle crocchette cilindriche e passarle nel pane grattato, metterle in una teglia con carta forno e cospargere con alcune gocchie di olio di oliva, infornare in forno preriscaldato a 200 gradi censius per 20 minuti;

abbinamento con una buona insalata mista, abbinamento con un vino bianco fermo servito a 4/5° celsius tipo Inzolia o Grecanico;

IMG_20180116_170315

 

 


Bocconcini d’Agnello con Riso Basmati

IMG_20180103_193204.jpg

Ho abbinato questi 2 ingredienti in una sorta di ricetta pseuso mediorientale con un aggiunta piemontese 😉

INGREDIENTI per ogni commensale

2 spiedini di agnello (o bocconcini già tagliati di agnello)

200 ml di vino rosso dolcetto;

1 tazza media di riso basmati

2 tazze medie d’acqua

1 cucchiaio di Cognac/Brandy

20 gr di burro

1 cucchiaio di sedano tritato

1 cucchiaio di carota tritata

1 cucchiaio di olio evo

1 cucchiaino di garam masala

1 cucchiaino di semi di cumino

1 scalogno

1 spicchio d’aglio

1 cucchiaio di prezzemolo tritato

1 cucchiaino di menta tritata

1 cucchiaio di pinoli

1 cucchiaio di uva passa

sale pepe;

Per la salsa yogurt

1 vasetto di yogurt naturale

1 cucchiaino di erba cipollina tritata

1 cucchiaio di scalogno tritato

1 cucchiaino di paprika

1 cucchiaino di semi di cumino

1 cucchiaino di semi di coriandolo

1 cucchiao di olio evo

una spruzzata di limone fresco

sale;

PROCEDIMENTO

preparare il vino aromatizzato con il garam masala e lo scalogno tritato e adagiarvi dentro a macerare i bocconcini d’agnello tolti dagli spedi di legno, lasciarli a insaporire per almeno 2 ore;

IMG_20180103_173403.jpg

Mentre l’agnello si macera, prepariamo la salsa allo yogurt, prendiamo i semi di cumino e quelli di coriandolo e pestarli in un mortaio

IMG_20180103_175715.jpg

aggiungerli allo yogurt naturale, aggiungere lo scalogno tritato, l’erba cipollina, la paprika, il succo di limone e il cucchiaio di olio evo, aggiustare di sale e mettere la salsa in frigo ben chiusa a insaporirsi.

IMG_20180103_180932.jpg

Prepariamo l’agnello, in una pentola capiente mettere 10 gr di burro e 1 cucchiaio di olio evo e soffrigere: sedano, scalogno, carota, tutti tritati finemente, aggiungere l’agnello separato dal vino che terremo da parte e quando la carne sarà dorata, sfumare con 1 cucchiaio di Cognac, lasciare evaporare e aggiungere il vino della macerazione, cuocere a fuoco lento per almeno 1 ora e finchè tutto il vino sarà assorbito:

a 20 minuti da fine cottura dell’agnello prepareremo il riso basmati con le seguenti modalità:

il rapporto deve essere 1 a 2 ovvero 1 tazza di riso e 2 tazze d’acqua, 10 gr di burro mezzo cucchiaino di sale fino;

Lavare il riso e metterlo a bagno almeno 10 minuti, sciaquarlo, mettere a bollire l’acqua con il burro e il pizzico di sale, arrivata ad ebollizione aggiungere il riso e cuocere a fuoco basso/medio con il coperchio per 10 minuti, spegnere e lasciare riposare altri 10 minuti, troverete un riso bello sodo e facilmente sgranabile:

disporre il riso cotto in un piatto da portata facendo una anello in modo da ospitare i bocconcini d’agnello in centro:

IMG_20180103_193245.jpg

quando l’agnello sarà cotto, spegnere e aggiungere l’uva passa, adagiare l’agnello dentro all’anello di riso, aggiungere i pinoli tostati in padella, il prezzemolo e la mentatritata e finire con delle gocce di salsa allo yogurt; questo piatto può essere servito sia caldo che freddo;

Abbinamento con Dolcetto di Diano D’Alba;


Fiori di Zucchine in Pastella

IMG_20170804_154726.jpg

Questa ricetta l’ho improvvisata appena mi sono trasferita in Alta Valsusa, una vicina di casa mi regalò i fiori di zucchine del suo orto e mi inventai questa pastella semplice e veloce.

INGREDIENTI

100 gr di fiori di zucchine;

4 cubetti di ghiaccio;

4 cucchiaia di farina 0;

1 cucchaino di bicarbonato;

1 cucchaino di curry;

mezzo cucchiano di sale;

1 cucchiano di paprika dolce;

200 ml di latte;

Mezzo litro di olio di semi di arachidi per friggere;

PREPARAZIONE

prendere le zucchine, pulirle e privarle dei gambo e del pistillo e aprirli :

Prepariamo la pastella mettendo in un piatto fondo : la paprika, il curry, la farina, i cubetti di ghiaccio, il bicarbonato, il latte piano piano mescolando con una forchetta e sbattendola emulsionandola in modo da eliminare tutti i grumi di farina;

IMG_20170804_154603

In una padella dai bordi alti mettere abbondante olio di semi di arachidi e scaldarlo fino all’ebollizione, immergere i fiori nella pastella, eliminare gli eccessi dando una leggera scrollata e immergerli nell’olio bollente e cuocere 2 minuti per lato con l’aiuto di una pinza di acciaio;, adagiarli in un piatto con carta assorbente e servire con una spolverata di sale fino;

Abbinamento con Pinot Nero vinificato in Bianco dell’Oltrepo Pavese frizzante;


Polpette Merluzzo e Cocco fresco

IMG_20170803_214055.jpg

ho inventato questa ricetta quando ho comprato una noce di cocco e volevo realizzare una ricetta salata e non dolce;

INGREDIENTI

100 GR di cocco fresco tritato;

400 gr di filetti di merluzzo anche surgelati;

20 gr di zenzero fresco tritato;

2 carote;

1 scalogno;

1 spicchio d’aglio;

1 cucchiaio d’olio evo;

10 gr di burro;

1 cucchiaino di curry;

1 cucchiaino di paprika;

1 peperoncino secco;

il succo di mezzo limone;

sale ;

1 uovo;

1 cucchiaio di semi di sesamo;

2 cucchiaia di pan grattato;

1 cucchiaio di prezzemolo tritato;

foglie di insalata a foglia larga;

PROCEDIMENTO

prendere una noce di cocco e spaccarla, estrarre la polpa e tritarne 100 gr;

IMG_20170803_191609

tritare con un mixer carote, scalogno e l’aglio e metterlo in una terrina dai bordi alti, spruzzandoli con il succo di limone, sale e peperoncino:

 

in una padella con 10 gr di burro e un cucchiaio di olio evo metterere i filetti di merluzzo e cuocere 10 minuti per lato finchè non saranno cotti e salarli spezzettarli, lasciarli raffreddare e aggiungerli alle verdure tritate, aggiungere l’uovo, il prezzemolo, il pangrattato e i semi di sesamo, mescolare bene e formare delle polette che metteremo in una teglia con della carta da forno, cuocere in forno preriscaldato a 180* 10/15 minuti per lato in tutto 25/30 minuti:

IMG_20170803_204532.jpg

Impiattare le polpette sopra a delle foglie lavate di insalata foglie larghe e cospargere il tutto con succo di limone fresco:

IMG_20170803_214055.jpg

Abbinamento con spumante Durello brut;


QUICHE (ricetta Lorena Alsazia)

IMG_20170831_160821

(nella foto sopra l’originale “Quiche Lorraine” con uova, panna fresca, pancetta e scalogno)

La ricetta della Quiche ha origine dall’area geografica francese  in confine con la Germania, precisamente: Lorena e Alsazia nel corso delle guerre le zone sono state oggetto di dispute di confine tra Germania e Francia e di conseguenza linguistiche infatti si parla sia il francese che il tedesco, da qui la nostra ricetta che deriva dalla parola “Quiche” in tedesco “Kuchen” ovvero torta, da questo spendido territorio derivano inoltre alcuni dei vini a mio parere più pregiati e originali del mondo come il : Riesling Renano, Gewurztraminer, Pinot Gris, Pinot Blanc, Sauvingon, con la famosa “Appellation Alsace Controlee”, vini minerali, intesi aromatici con profumi e sentori unici e irripetibili.

Si dice che Luigi XIV quando vide per la prima volta l’Alsazia esclamò: L’Alsace….quel beau jardin…..

La vera Quiche Lorraine andrebbe fatta solo con uova, panna e cubetti di pancetta come ripieno della pasta briseè, ma io userò le erbette campagnole. Ricordate che la differenza tra la Quiche e la Torta Salata sono infatti: le uova e la Panna fresca, che in Francia è un must insieme al burro, questi ingredienti fanno gonfiare ovvero soffiare (da qui la parola souffle) e diventare soffice la nostra Quiche e una creazione leggera e friabile;

Ovviamente io ne farò una mia versione.

INGREDIENTI per 4/6 persone

un rotolo di pasta brisee 250 gr circa;

200 gr di erbette campagnole surgelate;

2 uova intere;

sale pepe,

100 ml di panna fresca;

2 cucchiaia di olio evo;

1 scalogno e 1 spicchio d’aglio;

2 cucchiaia di parmigiano grattugiato;

una spolverata di paprika;

PROCEDIMENTO

cuocere le erbette campagnole e scolarle dall’acqua in eccesso e saltare in padella con un cucchiaio di olio evo precedentemente insaporito con scalogno e aglio tritati, lasciare raffreddare, aggiugere le uova sbattute abbondantemente con la panna fresca (quella a lunga conservazione non potrà mai dare  un effetto soffice con un gusto delicato) e 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato, aggiustare di sale:

 

 

 

 

 

preriscaldare il forno a 180° celsius e mettere la sfoglia in una teglia forno e riemepirla del ripieno a base di erbette, uova e panna, ripiegare i bordi se in eccesso e spolverate con parmigiano grattugiato e paprika e cospargere un cucchiaio di olio evo sulla superficie; cuocere per 20/25 minuti in base al forno;

IMG_20170513_171730IMG_20170513_171543IMG_20170513_171509

Ecco la vostra Quiche pronta da mangiare si calda che fredda, sia come antipasto o come secondo e come merenda per i vostri bambini.

Abbinamento con vino bianco: Pinot Blanc Alsaziano;

IMG_20170513_171431

Donazione a sostegno del blog

Se ti piacciono queste ricette e/o vuoi sostenere questo blog puoi fare una donazione, grazie per il tuo contributo.

€5,00