Riso Cantonese (cucina cinese huaiyang)

Il riso Cantonese o il riso alla cantonese è uno dei piatti universalmente conosciuti della cucina cinese, erroneamente attribuito alla cucina cantonese, fa parte della tradizione della cucina Huaiyang dello Yangzhou nella provincia del Jiangsu, viene infatti detto il Riso fritto di Yangzhou (扬州炒饭 Yángzhōu chǎo fàn).

Adoro tutta la cucina asiatica: dalla cinese, alla giapponese, alla thailandese e soprattutto quella vietnamita, ogni tanto provo a cimentarmi in alcune ricette facendole assaggiare alle persone più care e stavolta dato che siamo in lockdown ho avuto come severo giudice in differita il piccolo Luca a cui ho fatto recapitare una porzione, mi ha risposto con un video dicendo che aveva gradito l’omaggio e che era molto buono 😉 Ricordatevi che anche se siamo lontani fisicamente possiamo essere vicini a chi vogliamo bene con i piccoli gesti, con le parole, con i messaggi, con i video o le video chiamate, con le telefonate e soprattutto con il cuore!!!

INGREDIENTI per 2/3 persone

200 gr di riso vialone nano, arboreo o carnaroli;

150 gr di piselli finissimi;

150 gr di prosciutto cotto tagliato a cubetti di 1 cm circa;

2 uova fresche intere;

1 cucchiaio di salsa di soia;

1 cucchiaio di olio di semi di sesamo tostati;

4 cucchiaia di olio d’oliva;

1 cucchiaino raso da caffè di aglio in polvere;

1 cucchiaino da te di cipolla in polvere;;

1/2 cucchiaino da caffè di semi di cumino;

1 cucchiaio di aceto bianco;

sale e pepe nero;

PROCEDIMENTO

prendere il riso pesarlo e lavarlo ripetutamente finchè l’acqua non diventerà trasparente in modo da eliminare l’amido in eccesso, metterlo in un tegame e aggiungere il doppio in centimetri di aqua fredda, 1 cucchiaino di sale e 1 cucchiaio di aceto bianco, cuocere per 10 minuti, spegnere il fuoco mettere il coperchio al tegame e lasciare riposare per altri 10 minuti;

aggiungere al riso cotto l’aglio e la cipolla in polvere e i semi di cumino e sgranare il riso delicatamente con un goccio di olio evo;

Cuocere i piselli finissimi in acqua salata per 5 minuti massimo

Sbattere le 2 uova con un pizzico di sale e pepe, in una pentola dai bordi alti antiaderente, mettere 2 cucchiaia di olio evo, cuocere le uova strapazzandole, quando saranno ben cotte e spezzettate aggiungere un altro goccio d’olio e saltare insieme alle uova per 1 minuto il prosciutto cotto a cubetti, aggiungere il riso e ammalgamare bene saltandolo, aggiugere i piselli, infine a fuoco spento aggiugere il cucchiaio di olio di sesamo e quello di salsa di soia, ma solo 1 cucchiaio, di più potrebbe salare troppo il riso o farlo diventare scuro;

Servire ancora caldo in abbinamento a una bella birra anche analcolica, è un piatto adatto a tutti anche ai bimbi più piccoli a cui dedico questa mia ricetta.

riso cantonese


Parmigiana di Zucchine

Parmigiana di Zucchine

La parmigiana in genere si fa con le melanzane, ma io ne farà una versione con le zucchine più leggera e delicata.

INGREDIENTI PER UNA TEGLIA DI PARMIGIANA PER 4/5 PERSONE

10 zucchine piccole o 5/6 grosse;

2 mozzarelle fresche;

4 pomodori grossi e belli maturi;

origano, sale, peperoncino, 1 spicchio d’aglio spremuto;

mezzo litro di olio di arachidi per friggere;

2 cucchiaia di olio d’oliva extravergine;

un pò di farina per infarinare le zucchine;

1 cucchiaio abbondante di pangrattato;

PROCEDIMENTO

lavare e tagliare le zucchine a fettine sottili non a rondelle ma in modo verticale per ottenere delle fette pià grandi, cospargerle di sale e infarinarle, mettere l’olio di arachidi in una padella , portarlo a temperatura costante e friggere le zucchine 3/4 minuti in abbondante olio, devono galleggiare:

zucchine fritte

Scolarle e depositarle su della carta assorbente, tagliare i pomodori a cubetti e condirli con olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale, peperoncino, uno spicchio d’aglio spremuto e cospargere di origano;

pomodori a cubetti

Tagliare la mozzarella a cubetti, in una teglia adagiare uno strato di zucchine fritte, cospargere di pomodoro, aggiungere un pò di cubetti di mozzarella e rifare un altro strato di zucchine e poi pomodoro, mozzarella, ecc… alla fine cospargere di pomodoro, abbondante mozzarella , un cucchiaio di pangrattato spolverato sopra e un giro d’olio evo , un pizzico di sale, un pizzico di origano e peperoncino;

Cuocere in forno preriscaldato a 180° celsius per 30/40 minuti, sfornare e aspettare 10 minuti per tagliarla, potete servirla sia calda che fredda, ottima come antipasto, secondo, da portare al picnic, ma vi garantisco che il sapore delicato vi stupirà.

Abbinamento con una favorita , un ottimo vino bianco Piemontese.


Pomodori ripieni Tonno acciughe pangrattato (cotti in forno)

I pomodori ripieni cotti al forno sono un piatto estivo, ottimi come antipasto o piatto unico, mangiati caldi o anche freddi, per farli ripieni in una versone semplice io utilizzo tonno acciughe e pangrattato.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

4 pomodori cuore di bue (fanno poca acqua e sono meno acidi);

1 scatoletta di tonno da 80 grammi;

2 acciughe sott’olio;

50 gr di pangrattato integrale;

menta fresca;

2 cucchiaia di olio extravergine di oliva;

1 spicchio d’aglio spremuto;

paprica, sale,

un cucchaiono di aceto di vino bianco;

PROCEDIMENTO

Lavare i pomodori tagliarli a metà in senso orizzontale e svuotarli,

in una ciotola mettere la polpa estratta e tagliarla finemente, aggiungere il pangrattato, le acciughe spezzettate, il tonno, l’aceto, aggiustare di sale, paprica, menta tritata e mescolare bene in modo da creare un composto omogeneo:

riempire i pomodori con il composto, mettere in forno preriscaldato a 200° celsius per 20 minuti;

Servire ancora caldi da soli come antipasto o abbinandoli con un insalata mista, in abbinamento ad un Ortrugo dei colli Piacentini;


FRITTELLE DI SPINACI

IMG_20200502_175036517

Sulla falsa riga delle fritelle dolci, ecco delle frittelle salate vegetariane a base di spinaci Saltati.

INGREDIENTI PER 8/10 frittelle

250/300 gr di spinaci cotti saltati con olio, limone ed uno spicchio d”aglio;

1 uovo intero;

100 gr di farina 00;

50 ml di latte;

8 gr di lievito in polvere per dolci non vanillato;

2 cucchiaia di parmigiano grattugiato;

sale ;

Olio di arachidi per friggere;

Foglie di menta fresca;

PROCEDIMENTO

cuocere gli spinaci e saltarli con olio e limone e uno spicchio d’aglio tritato;

IMG_20200502_170202474

In una ciotola dai bordi alti mettere: l’uovo, la farina, il latte e ammalgamate bene, aggiungete il parmigiano, aggiustare di sale, aggiungere il lievito ed infine gli spinaci;

 

In una padella, mettete a scaldare abbondante olio per friggere, formate delle frittelle con l’aiuto di 2 cucchiai da minestra, friggete 2/3 minuti per lato finchè non galleggeranno leggere, disponetele su una carta casa assorbente;

 

Cospargete di sale e di menta fresca che darà un sapore unico alle nostre frittelle.

 

Abbinamento con un Ortrugo Piacentino molto fresco ed ideale;


Sauté di Vongole con Ravioli di Mortadella e Zucchine

IMG_20191006_202137023~2

La parola Sauté deriva dal francese saltare, io volevo realizzare un piatto unico e alternativo composto da Sauté di Vongole con dei ravioli di mortadella e zucchine. I molluschi si abbinano molto bene alla sapidità della mortadella!!!

INGREDIENTI PER 14/16 Zucchine per 2/3 persone

Per la pasta

100 gr di farina di semola

1 uovo

un pizzico di sale

un pizzico di noce moscata

Per il ripieno

100 gr di zucchine

1 spicchio d’aglio

75 gr di mortadella sia di suino che di pollo a vostro piacere

1 cucchiaio di parmigiano grattato

1 cucchiaio di pane grattato

1 cucchiaino di prezzemolo tritato

sale e pepe;

Per il Sauté

400 gr di vongole

3 filetti di acciughe sott’olio

2 cucchiaia di olio evo

1 spicchio d’aglio

1 peperoncino

8 pomodorini piccadilly

un cucchiaio di prezzemolo tritato

sale

mezzo limone.

PROCEDIMENTO

prepariamo la pasta, impastare la farina con l’uovo aggiungendo il pizzico di sale e di noce moscata, lasciare riposare per mezzora:

 

prepariamo il ripieno:

tagliare le zucchine e tritare l’aglio, in una padella con un goccio d’olio saltare per 2/3 minuti, l’aglio e le zucchine con un pizzico di sale, lasciare raffreddare e tritare le zucchine insieme alla mortadella, aggiungere un cucchiaio di parmigiano e uno di pane grattato, il prezzemolo tritato e aggiustare di sale e pepe:

 

Stendera la pasta finemente con l’ausilio di un mattarello, distribuire un cucchiaio di ripieno per ogni raviolo, chiudere e fare uscire l’aria e tagliare con una spronella o rotella dentata:

 

Prepariamo il Sauté di Vongole: lavare le vongole in acqua e un cucchiaio di sale grosso, scolarle, tritare lo spicchio d’aglio e tagliare i pomodori, tritare il prezzemolo, in una pentola dai bordi alti, scaldare l’olio e l’aglio e saltare le vongole fino alla loro apertura, aggiungere i filetti di acciuga e il peperoncino, aggiungere i pomodori, cuocere 2/3 minuti, spolverare con il prezzemolo tritato, spegnere il fuoco e spruzzare di limone fresco.

 

Cuocere i ravioli in acqua bollente salata per 4/5 minuti, scolare e condire con il Sautè di Vongole:

 

Servire in Abbianamento a Asprinio di Aversa Priezza Spumante Metodo Classico dop servito 4/5° celsius;


Timballo Carbonara e Asparagi

In occasione del “Carbonara day” del 6 Aprile 2019 ho realizzato questo semplice timballo di Mezze Maniche alla carbonara cotto al forno con aggiunta di Asparagi freschi di stagione. Questa ricetta ottima calda ma anche fredda per la “Colazione di Pasqua” o da portare alla Gita fuori porta del lunedì.

INGREDIENTI per una teglia da 6 porzioni

500 gr di mezze maniche rigate integrali di Gragnano

IMG_20190406_170541.jpg

3 uova grandi intere fresche;

100 gr di pancetta affumicata;

400/500 gr di asparagi freschi;

200 ml di panna fresca;

100 gr di pecorino grattugiato;

1 cipolla di tropea fresca;

3 cucchiaia di olio extravergine d’oliva;

3 cucchiaia di pane grattugiato;

1 rametto di rosmarino;

sale e abbondante pepe;

PROCEDIMENTO

Mettere a bollire un pentolone con abbondante acqua almeno 7/8 litri di acqua con una manciata di sale grosso, cuocere la pasta per 2/3 della cottura indicata sulla confezione, scolarla. Tritare il rosmarino, tagliare la cipolla a fettine sottili, pulire e lavare gli asparagi, tagliarli a pezzettini i gambi, lasciare la lunghezza  della testa di circa 7/8 cm e metterli da parte.

In un terrina mettere, il rosmarino tritato, le uova, i gambi di asparagi tagliati a pezzetti (mettendo da parte le punte per decorare), la cipolla tritata, la pancetta affumicata, la panna fresca, salare e pepare, aggiungere la pasta e metà del pecorino e ammalgamare molto bene:

Prendere una teglia forno in ceramica o di vetro ideale per le cotture della pasta al forno, sporcare con un cucchiaio d’olio d’oliva e cospargere con 1 cucchiaiao di pane grattugiato, in modo da creare una base antiaderente e dare croccantezza alla base, versare il contenuto della terrina ben amalgamato, cospargere di pane grattato e di pecorino e mettere le punte di asparagi sopara come decorazione , cospargere con 2 cucchiaia di olio extravergine d’oliva.

Cuocere in forno preriscaldato a 180/ 200° in forno statico per 25/30 minuti, lasciare raffreddare 10 minuti e servire porzionata in abbinamento a Vino Bianco Frascati servito molto fresco.


LASAGNE Funghi Porcini e Ricotta

IMG_20190317_150600.jpg

Recandomi al supermercato ho trovato la sfoglia di pasta per lasagne già pronta, sulla confezione c’era scritto “subito in forno” la cosa mi ha ispirato a provarle in una ricetta senza carne vegetariane ideale in primavera o da preparare in anticipo e servire tiepida per la colazione di Pasqua;IMG_20190317_130910.jpg

INGREDIENTI per una teglia forno 6 persone circa 500 calorie a porzione

180 gr di sfoglia per lasagne (per chi vuole realizzarla in casa segua la ricetta in questo blog https://cucinareamodomio.com/2018/01/26/lasagne/ )

200 gr di funghi porcini puliti freschi o anche surgelati;

500 gr di ricotta di pecora fresca;

1 carota grande;

1 gambo di sedano;

2 scalogni ;

1 spicchio d’aglio;

2 cucchiaia di brandy;

1 rametto di rosmarino;

1 peperoncino;

mezzo bicchiere di latte;

100 gr di pecorino romano stagionato grattugiato;

4 cucchiaia di Olio extravergine d’oliva;

1 litro di besciamella ottenuta con 75 gr di burro, 75 gr di farina 00, 800 ml di latte sale pepe noce moscata per realizzarla vedi ricetta in questo blog https://cucinareamodomio.com/2014/12/23/besciamelle-o-besciamella/

sale e pepe;

PROCEDIMENTO

Prepariamo il condimento della nostra lasagna: tritiamo carota, sedano, scalogno e l’aglio finemente, mettiamolo a soffriggere con 2 cucchiaia di olio evo, aggiugiamo i funghi porcini puliti e tagliati a pezzettini, sfumiamo il tutto con le 2 cucchiaia di brandy, lasciamo evaporare, aggiustiamo di sale, cuocere 10 minuti, spegniamo il fuoco e lasciamo raffreddare, aggiungiamo la ricotta e ammalgamiamo bene salando e pepando abbondantemente a piacere assaggiate l’impasto sempre!

 

Prepariamo la besciamella secondo ricetta del mio blog, prendiamo un teglia da forno antiaderente o rivestiamola con della carta forno, ungiamola con un cucchiaio di olio evo, prendiamo le nostre sfoglie di lasagna secche e bagnamole nel mezzo bicchiere di latte e disponiamole sul fondo della teglia in modo da ricoprire tutta la superficie, mettere 1/2 cucchiaia di impasto di ricotta e funghi e una cucchiaio di besciamella sopra le sfoglie, bagnare altre sfoglie nel latte, altro ripieno in modo da avere vari strati di pasta, ripieno e besciamella, nell’ ultimo strato besciamella abbondante e una pioggia intensa di pecorino romano grattugiato e pepe nero macinato, cospargere con l’ultimo cucchiaio di olio evo in modo da formare una superficie croccante;

 

 

Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti, lasciare raffreddare 10/20 minuti prima di tagliare e servire in modo che la lascagna si sia compattata, potrete prepararla anche in anticipo e riscaldarla o servirla tiepida.

 

 

Abbinamento con vino bianco Abruzzo Pecorino Igt servito fresco;

 

 


Toast di Gamberi (ricetta cinese)

Il toast di gamberi è una ricetta super veloce, molto fritta e grassa, ma è molto buona, io ne farò una versione ultra veloce e un pò pigra, ma metterò anche la ricetta più elaborata:

Ingredienti per 8 mini toasts

4 fette di pane integrale;

1 tubetto di patè di gamberi confezionato, potete scegliere anche quello di granchio o di tonno dipende dai vostri gusti.  (alternativa: dovrete cuocere al vapore 200 gr di gamberi, sgusciarli, tritarli in un mixer con 20 gr di burro, 1 cipollotto o uno scalogno, mezzo spicchio d’aglio e una spuzzata di limone alla fine , sale e pepe q.b.);

1 uovo molto grande;

1 cucchiaio di prezzemolo tritato;

sale e pepe;

150 gr di semi si sesamo bianchi;

mezzo litro di olio di arachidi per friggere;

PROCEDIMENTO:

Prendere le fatte di pane e spalmarle abbondanemene con il patè di gamberi/granchi o quello che preferite, chiuderli a panino e tagliarli in 4 con un coltello seghettato per pane non premete se no uscirà tutto il ripeno, mettere l’uovo in un piatto fondo con un pizzico di sale e pepe e il trito di prezzemolo, passare ogni pezzetto prima nell’uomo sbattuto e poi impanare nei semi di sesamo, friggere per 2/3 minuti in abbondante olio caldo rigirandoli finchè non li vedrete dorati e croccanti:

Scolarli dall’olio e metterli ad asciugare nella carta cucina, impiattare e servire ancora caldi.

Abbinamento con Birra cinese o anche con uno spumante italiano Trentino servito molto freddo per sgrassare tutto questo fritto 😉


Fidelini Speck Zucchine Curcuma

IMG_20180822_120335.jpg

I Fidelini detti anche “capelli d’angelo” sono un tipo di pasta lunga dal diametro sottilissimo in genere è una pasta all’uovo ideale per minestre in brodo, ma in commercio potrete trovarne anche di semola di grano duro realizzate solo con farina e acqua; Preparerò con questa pasta un primo leggero e ideale anche per chi è a dieta ma non vuole rinuciare ad un piatto goloso.

INGREDIENTI

per un piatto di pasta che avrà una apporto calorico di circa 500 calorie data l’abbondanza potrete usarlo come piatto unico o dividerlo in 2 porzioni da 250 calorie per chi vuole aggiungere un secondo;

IMG_20180822_113423.jpg

50 gr di fidelini di semola di grano duro;

40 gr di speck tagliato a fette;

1 cucchiaio scolmo di olio evo;

1 cucchiaio scolmo di parmigiano grattugiato;

1 cipollotto;

5/6 semi di cumino;

1 spicchio d’aglio

1 cucchiaino di curcuma;

mezzo cucchiaino di curry;

1 pezzetto di peperonicino piccante fresco;

1 rametto di rosmarino;

1 rametto di menta fresca;

1 ciuffo di basilico fresco;

sale qb;

1 tazza di acqua di cottura della pasta;

PROCEDIMENTO

mettere abbondante acqua a bollire, raggiunto il bollore salare l’acqua, buttare la pasta e cuocere per 2/3 minuti, intanto lavare e tagliare le zucchine a listarelle come dei fiammiferi, tritare l’aglio e il cipollotto e lo speck a fettine sottili;

Prima di scolare la pasta conservare 1 tazza di acqua di cottura, scolare la pasta, in una pentola capiente mettere un cucchiaio di olio extravergine di oliva, l’aglio e il cipollotto tritati e rosolare, aggiungere un pizzico di sale e una punta di peperonicino fresco piccante, aggiungere le zucchine tagliate, il cucchiaino di curcuma, il curry e il cumino, rosolare bene e aggiungere la tazza di acqua di cottura, lasciare cuocere a fuoco vivace per 5 minuti finchè l’acqua si sarà quasi asciugata,

IMG_20180822_115555.jpg

aggiungere la pasta e saltare bene, aggiungere lo speck, il rosmarino e la menta tritata, spegnere il fuoco e aggiungere il parmigiano mescolando delicatamente, impiattare;

Abbinamento con spumante trentino servito molto fresco, una flute di spumante arriva a circa 70 calorie;


Paella (a Modo mio)

IMG_20180716_132040

La Pella è un piatto tipico della cucina Spagnola precisamente della cucina Valenciana, la parola “Paella” deriva dalla pentola in cui viene cucinata “Paellera”, una padella di ghisa con i manici ignifughi dello stesso materiale, nella vera tradizione viene cucinata sopra un fuoco di legna e brace, gli ingredienti possono essere: riso, pollo, coniglio, taccole, fagiolini, peperoni, cozze, gamberoni e soprattutto lo zafferano che da quel colore dorato e quel sapore inconfondibile; Io ovviamente ne farò una mia versione light ovvero solo 430 calorie a porzione, veloce e gustosa.

INGREDIENTI PER 2 PERSONE (430 calorie a porzione)

100 gr di riso bianco tipo arborio;

10 gamberi sgusciati;

200 gr petto di pollo tagliato a cuboni circa 4/5 cm di lato;

1 peperone rosso;

1 peperoncino piccante;

1 scalogno;

1 spicchio d’aglio;

10 fagiolini crudi;

700 ml di brodo vegetale;

2 cucchiaia di olio extravergine di oliva;

1 bustina di zafferano;

1 cucchiaino di curry;

1 cucchiaio di aceto bianco;

sale e pepe qb;

1 rametto di rosmarino;

1 rametto di timo;

5 pomodorini pachino;

PROCEDIMENTO

tritare l’aglio e lo scalogno, tagliare il peperone a listarelle, tagliare i pomodorini a metà,  pulire e sgusciare i gamberi, tagliare il petto di pollo a cubetti.

gamberoni crudi.jpg

In una padella antiaderente mettere i 2 cucchiai di olio evo e soffriggere leggermente l’aglio e lo scalogno, aggiungere il pollo e dorarlo, aggiungere i gamberi e dorarli e cospragere il tutto con 1 cucchiaio di aceto, lasciare evaporare e infine aggiungere il riso, mescolare bene, tostare il riso per 2 minuti ed infine aggiungere il brodo e i fagiolini tagliati a pezzettini, lasciare cuocere 10 minuti, aggiungere il curry e lo zafferano e il peperone a listarelle e il rosmarino tritato, cuocere ancora 5 minuti e spegnere il fuoco e aggiungere i pomodorini e il timo fresco spezzettato e servire ancora calda ma sarà buona anche fredda o riscaldata in forno;

Abbinamento con Tempranillo un vino rosso spagnolo servito a 16° celsius, o per i più audaci e festaioli una “Sangria” fatta sempre con il Tempranillo con aggiunta di succo e fette di arancia, 1 pezzetto di cannella, 5 chiodi di garofano, 1 pesca matura e una mela a tocchetti, mezzo limone spremuto, 2 cucchiaia di zucchero di canna, 3 cucchiaia di Rum Amber e lasciare macerare in frigo e aggiungere tanto ghiaccio prima di servirla;


Gnocchi Integrali di Barbabietola Rossa con Bisque di Gamberoni

IMG_20180602_142111

Essere a Dieta non vuol dire mangiare male o insapore, questa ricetta di mia invenzione si base sul gusto, sul riciclo (dato che avevo avanzato la barbabietola cotta) e sul uso di ingredienti alternativi e sani come il Cipollotto Nocerino Dop in uso fin dagli albori della civiltà Italica soprattutto nell’Antica Roma e a Pompei e la farina integrale. La ricetta sembra molto complessa e laboriosa ma invece è semplice e abbastanza veloce;

INGREDIENTI PER 3 PERSONE

Per gli Gnocchi

100 gr di farina integrale di grano tenero;

200 gr di farina 00;

200 gr barbabietole rosse già cotte;

1 uovo freschissimo;

mezzo cucchiaino di sale fino;

mezzo cucchiaino di noce moscata;

Per la Bisque e i gamberoni tostati

6 Gamberoni argentini;

1 cipollotto;

2 cucchiai di olio evo

mezzo spicchio di aglio;

3 pomodori piccadilly belli maturi;

sale pepe

1 rametto di rosmarino;

1 rametto di timo;

1 foglia di basilico;

2 cucchiaia di olio evo;

1 cucchiaio di Cognac;

2 rametti di menta;

la punta di un peperoncino seccato piccante;

mezzo cucchiaino di curry;

1 fetta di limone;

300 ml di acqua;

PROCEDIMENTO

Prepariamo la Bisque: separiamo le teste dei gamberoni dal corpo, in una pentola capiente mettiamo 1 cucchiaio di olio evo tostiamo le teste di bamberi e mezzo spicchio d’aglio spremuto, la punta del peperoncino piccante, aggiungiamo i pomodorini piccadilly tagliati a cubetti, rosoliamo per 3 minuti e sfumiano con il cucchiaio di Cognac, aggiungiamo l’acqua e lasciamo cuocere almeno mezzora  o meglio 40 minuti a fuoco medio 5 minuti prima aggiungiamo il rosmarino e il timo tagliati finemente;

Al termine della cottura separate con un setaccio il sugo dalle teste, conservatelo e fatelo cuocere ancora 5 minuti;

Prepariamo gli gnocchi: dentro a un contenitore dai bordi alti frullare con un mixer ad immersione la Barbabietola rossa finchè non sarà cremosa e senza grumi, aggiungere l’uovo, il pizzico di sale e il pizzico di noce moscata, ammalgamare bene e aggiungere prima la farina integrale, successivamente quella 00, ammargamare finchè non diventerà un composto sodo, uniforme e pronto per essere trasformato e porzionato in gnocchi, impastando energicamente e suddividendolo in 3 salamotti uguali, rotolarli sotto le mani per farne dei serpentelli e tagliare definitivamente gli gnocchi con un coltello di 2/3 centimetri cadauno, cospargere di farina per non farli attaccare, cuocere in abbondante acqua salata finchè non verranno a galla e raccoglierli con una sciumarola:

Prepariamo i gamberoni:

pulire i gamberoni e privarli del carapace e del tubo digerente lasciando solo le codine, tagliare il cipollotto a listarelle in senso verticale:

IMG_20180602_142359.jpg

in una pentola mettere un cucchiaio di olio evo, una foglia di basilico, il cipollotto tagliato, sale e pepe a piacere, aggiungiamo i gamberoni puliti e tostiamoli 2/3 minuti avendo cura di girarli bene, aggiungere un pizzico di curry e una spruzzata di limone e spegnere il fuoco;

Impiattiamo con cura nel seguente ordine: prima la bisque che avremo mantenuto calda ma non bollente, dentro gli gnocchi e sopra adagiati con grazia 2 gamberoni a commensale con un pezzo di cipollotto e 2 foglie di menta e il piatto è servito se vi può interessare le calorie di questo piatto sono circa 600 per commensale, in fondo è un piatto unico e gustoso:

In abbinamento suggerisco un’eccellenza italiana: il Prosecco Superiore di Cartizze;

Il mio ricorda vagamente un Arcimboldo e la cosa non mi dispiace 😉


Tartare di Manzo

IMG_20180519_141526.jpg

La Tartare di Manzo è un piatto veloce, sano e dietetico, usato come antipasto o come secondo o piatto unico insime a delle verdure ma anche ottima da sola;

INGREDIENTI PER OGNI COMMENSALE

200 gr di manzo battuto al coltello o macinato;

1/4 di limone;

1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva di qualità;

1 cucchiaino di senape;

mezzo cucchiaino di salsa Worcester;

sale pepe a piacere;

Per la decorazione a piacere: foglie di prezzemolo/ menta o goccie di aceto balsamico tradizionale di Modena;

P.S. alla tartare di manzo si può aggiungere un tuorlo d’uovo(rosso) di gallina o di quaglia per renderla più intensa e per chi può scaglie di Tartufo Bianco;

PROCEDIMENTO

Prendere la carne e metterla in un piatto fondo, aggiungere: il succo di 1/4 di limone, 1 cucchiaio di senape, olio extravergine d’oliva, salsa Worcester, sale e pepe ammangamare molto bene;

lasciare riposare 5 minuti e con un coppapasta formare un cilindro sul piatto da portata e decorare a piacere con foglie di menta, prezzemolo o gocce di aceto balsamico;

Servire in abbinamento alla tartare semplice un ottimo Pelaverga vinificata in Bianco, per chi aggiunge tartufo un Pelaverga classico;


Gamberoni su crema di ceci

IMG_20180518_195021.jpg

Gamberi o gamberoni e ceci sono un’abbinata vincente, la delicatezza del gamberone con la cremosità della passata di ceci sono una ricetta golosa, ipocalorica e gustosissima;

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

4 Gamberoni;

1 scatola di ceci lessati 400 gr lordi 240 sgocciolati;

2/3 cucchiaia di olio evo;

mezzo scalogno;

mezzo spicchio d’aglio;

mezzo limone;

1 rametto di rosmarino;

foglie di menta per decorare;

2 cucchiaia di cognac;

1/2 cucchiaino di paprika;

sale e pepe e curry;

PROCEDIMENTO

pulire i gamberoni e privarli del carapace e del tubo digerente lasciando la testa e la coda, marinare con il succo di mezzo limone, 1 cucchiaio di olio evo, mezzo spicchio d’aglio spremuto, pepe e un pizzico di curry

IMG_20180518_195436.jpg

Scolare i ceci e tritare lo scalogno, in una pentola dai bordi alti soffriggere lo scalogno in 1 cucchiaio di olio evo salare e aggiungere i ceci e mezzo bicchiere di acqua fredda ed infine il rosmarino e cuocere per 10 minuti:

Frullare i ceci e assagiare il composto e aggiustare di sale a piacere, disporlo in un piatto da portata e cosparegere di paprika dolce o piccante secondo i gusti:

Prendere una padella antiaderente e arrostire i gamberoni 1/2 minuti per lato a fuoco vivo e adagiarli sopra la crema di ceci, decorare con foglie di menta fresca e con alcune goccie d’olio d’oliva extravergine;IMG_20180518_194939

Abbinamento con Champagne Rosè o con Franciacorta Rosè a 4/5° celsius;


Focaccine di Fiocchi di latte al Forno

IMG_20180516_181722

Questa ricetta è nata dal mio desiderio di voler realizzare una ricetta dietetica, saporita utilizzando un ingrediente poco calorico come i fiocchi di latte, insaporendoli e trasformandoli in pizzette gustosissime;

INGREDIENTI PER 8/9 PIZZETTE

845 (Calorie Totali)  = 110 Calorie cadauna circa

IMG_20180516_181643.jpg

400 gr di Fiocchi di latte;

100 gr farina 00;

1 uovo;

1 cucchiaio di olio evo;

1/4 di cucchiaino di bicarbonato;

1/2 cucchiaino di lievito di birra in polvere;

1 cucchiaino di origano secco abbondante;

1/4 di cucchiaino di aglio in polvere;

1 cucchiaino di pasta d’acciughe;

1/2 cucchiaino di salsa Tabasco;

mezzo cucchiaino di semi di cumino;

PROCEDIMENTO

Preriscaldare il forno a 200 gradi

Mischiare tutti gli ingredienti dentro a una ciotola capiente e impastare bene con l’aiuto di un cucchiaio, prendere un altro cucchiaio formare delle quenelle che disporrete in una teglia forno antiaderente o usando la carta forno;

 

 

Cuocere in forno per 20 minuti e poi rigirare e cuocere ancora 5/10 minuti, togliere dal forno e servirle sia caldeche fredde, in abbinamento ad un insalata se per un pasto o come aperitivo per i vostri ospiti:

 

 

Abbinamento con vino Bianco fresco tipo favorita/arneis;

 

 


Rigatoni al forno (cavolo cappuccio e acciughe)

IMG_20180309_134405.jpg

Ieri sono andata a fare la spesa al supermercato e ho preso una busta di cavolo cappuccio tagliato finemente, mi invitava fare un insalata fresca, ma poi ho riflettutto, ma quando lo digerisci il cavolo crudo? La risposta ovvia è stata: evita… Quindi ho pensato di cuocerlo, ma non volevo fare i soliti crauti o gli involtini e volevo evitare l’abbinamento con carne e salsiccia, quindi ho pensato di abbinarlo ad una pasta al forno cremosa con besciamelle e aromatizzata con spezie e acciughe sott’olio, sembrerebbe una ricetta pesante ma ve la consiglio è saporita, leggere e conquisterà anche i palati più difficili e i modaioli.

INGREDIENTI per 4/5 persone

200 gr di rigatoni di grano duro (consiglio la pasta di Gragnano);

250 gr di cavolo cappuccio tagliato finemente;

10 filetti di acciughe sott’olio;

1 spicchio d’aglio;

3 cucchiaia di olio evo;

20 chicchi di uva Sultanina;

1cucchiaino di salsa tabasco;

1 cucchiaio di aceto di mele;

1 cucchiaino di curcuma;

1 cucchiaino di curry;

un pizzico di cannella;

10 semi di cumino;

10 semi di finocchio;

50 gr di parmigiano grattugiato;

100 gr di Gouda tagliato a cubetti;

2/3 cucchiaia di prezzemolo tritato;

sale e pepe q.b.

Mezzo litro di Besciamelle (vedi ricetta in questo blog): 50gr di burro, 50 gr di farina 00, 500ml di latte, pizzico di sale, pizzico di pepe, pizzico di noce moscata; ecco il link: https://cucinareamodomio.wordpress.com/2014/12/23/besciamelle-o-besciamella/

PROCEDIMENTO

mettiamo a far bollire l’acqua per la pasta che dovrà essere salata solo a ebollizzione raggiunta, intanto preprariamo il condimento per la pasta, in un tegame alto e capiente, soffiggiamo l’aglio tritato con le acciughe con 2 cucchiaia di olio evo, spruzziamo con aceto di mele e il cucchiaino di tabasco, aggiungiamo il cavolo cappuccio tagliato finemente e appassire, dopo 5 minuti aggiungere, la curcuma, il curry, l’uva sultanina, i semi di cumino e i semi di finocchio, cuocere altri 5 minuti, spegnere il fuoco e mettere il coperchio per mantenere l’umidità;

Cuocere la pasta 4 minuti in meno indicato nella confezione, preparare la besciamelle con 50 gr di burro e farina, fateli imbrunire, aggiungere il latte e cuocere per 5/6 minuti fino a che sarà bella cremosa e densa, aggiungere il pizzico di sale e la noce moscata e il pepe a chi piace;

Scolare la pasta cotta e aggiungerla alla salsa di cavolo cotto, aggiungere la besciamelle, 25 gr di parmigiano e il Gouda a cubetti, mescolare bene e mettere in una teglia forno, cospargere con il parmigiano avanzato, un filo d’olio e una macinata di sale e pepe e un pizzico di cannella;

Cuocere in forno preriscaldato a 180° celsius, per 18 minuti più 2 minuti di grill;

Impiattare e cospargere di prezzemolo tritato, in abbinamento a Teroldego Rotaliano o azzardando a Moscato d’Asti ghiacciato; Vi consiglio di usare tutti ma proprio tutti gli ingredienti per mantenere l’equilibrio del piatto!!!