Torta latte di Cocco

IMG_20180312_195821.jpg

Il latte di cocco è un ingrediente della cucina orientale, sud americana e creola, ottimo per ricette salate e dolci. Oggi farò una torta delicata con il latte di cocco che si differenza della scaglie di cocco esiccato per meno intensità, ma molto buono;

INGREDIENTI per 1 torta di 22/24 cm di diametro

Per la Torta

300 gr di latte di cocco;

250 gr di farina 00;

100 gr di zucchero di canna;

3 uova;

1 goccio di essenza di vaniglia o 1 bacca di vaniglia;

1 bustina di lievito;

1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata fresca;

un pizzico di sale;

Per la glassa

6 cucchiaini di zucchero a velo vanigliato;

100 gr di latte di cocco;

zucchero a velo per decorare;

Farina e burro per ungere la teglia;

PROCEDIMENTO

Separare i tuorli dagli albumi e metterli in 2 ciotole distinite, ai tuorli aggiungere lo zucchero e il pizzico di sale, sbatterli con una frusta elettrica, aggiungere i 300 gr di latte di cocco, la farina, la bucia di limone grattugiato, l’essenza di vaniglia ed infine il lievito, ammalgamare bene sempre con la frusta;

Montare con una frusta elettrica gli albumi a neve ed infine incorporarli all’impasto con l’aiuto di un cucchiaio dal basso verso l’alto;

Scaldare il forno a 170/180° celsius, ungera la teglia forno con del burro e cospargere sopra una spolverata di farina, eliminare l’eccesso e adagiare il nostro impasto, cuocere per 35/40 minuti; Prepariamo la glassa, mescolare il latte di cocco con lo zucchero a velo e metterlo sopra alla torta lasciare riposare mezzoretta e cospargere con zucchero a velo;

Servirla come dessert o anche ottima come merenda o all’ora del tè, come abbinamento un vino Albana di Romagna Dolce servita a 4°;


Torta Pere e Cioccolato

IMG_20180309_192033

Nei libri di cucina ed in internet ci sono mille ricette per una buona torta pere e cioccolato ma alcune sono troppo burrose, io ne farò una mia versione delicata, leggera e semplice;

INGREDIENTI per una torta diametro 24/26 cm

200 gr di farina 00;

180 gr di cioccolato extra fondente;

120 ml di latte intero;

100 gr di zucchero di canna;

70 gr di burro;

4 uova grandi;

300 gr di pere Abate tagliate a cubetti di circa 1 cm;

100 gr di Amaretti morbidi di Mombaruzzo;

1 bustina di lievito per torte;

mezzo cucchiaino di sale fino;

1 cucchiaio di Rum Amber;

1 cucchiaino di estratto di vaniglia liquido o una bacca di vaniglia;

burro e farina per rendere antiaderente lo stampo;

zucchero a velo per decorare;

PROCEDIMENTO

In un pentolino mettiamo 100 ml di latte intero, lasciamo scaldate a fuoco bassissimo e quando sarà ben caldo senza arrivare ad ebollizione, togliere dal fuoco e aggiungere il ciocccolato spezzettato e ammalgamare bene finchè non risulterà una crema densa e lucida, lasciare riposare e intanto procediamo con l’impasto:

In una ciotola capiente dai bordi alti mettere il burro fuori frigo ammorbidito tagliato a cubetti, lo zucchero e i rossi d’uovo separati dai bianchi che avremo conservato per montarli successivamente, mescolare con uno sbattitore elettrico, creando un impasto omogeneo, aggiungiamo i 200 gr di farina setacciata, il lievito, il sale, la vaniglia, ed infine il cioccolato fuso che adesso sarà intiepidito:

tagliare le pere a cubetti e metterle a bagno con 1 cucchiaio di Rum Amber, sbriciolare gli amaretti con le mani, montare a neve i bianchi d’uovo con un pizzico di sale:

Aggiungere all’impasto le pere e gli amaretti sbriciolati ed infine l’albume d’uovo montato a neve, mescolando dal basso verso l’alto, delicatamente:

Prendiamo una tortiera da forno circa 24/26 cm di diamentro, imburriamola e infariniamola per evitare che la torta si attacchi; Cuocere in forno preriscaldato a 170/180° per circa 40 minuti, sfornare, lasciare riposare e raffreddare almeno 20 minuti, cospargere di zucchero a velo, servire in abbinamento con Moscato d’Asti;


Rigatoni al forno (cavolo cappuccio e acciughe)

IMG_20180309_134405.jpg

Ieri sono andata a fare la spesa al supermercato e ho preso una busta di cavolo cappuccio tagliato finemente, mi invitava fare un insalata fresca, ma poi ho riflettutto, ma quando lo digerisci il cavolo crudo? La risposta ovvia è stata: evita… Quindi ho pensato di cuocerlo, ma non volevo fare i soliti crauti o gli involtini e volevo evitare l’abbinamento con carne e salsiccia, quindi ho pensato di abbinarlo ad una pasta al forno cremosa con besciamelle e aromatizzata con spezie e acciughe sott’olio, sembrerebbe una ricetta pesante ma ve la consiglio è saporita, leggere e conquisterà anche i palati più difficili e i modaioli.

INGREDIENTI per 4/5 persone

200 gr di rigatoni di grano duro (consiglio la pasta di Gragnano);

250 gr di cavolo cappuccio tagliato finemente;

10 filetti di acciughe sott’olio;

1 spicchio d’aglio;

3 cucchiaia di olio evo;

20 chicchi di uva Sultanina;

1cucchiaino di salsa tabasco;

1 cucchiaio di aceto di mele;

1 cucchiaino di curcuma;

1 cucchiaino di curry;

un pizzico di cannella;

10 semi di cumino;

10 semi di finocchio;

50 gr di parmigiano grattugiato;

100 gr di Gouda tagliato a cubetti;

2/3 cucchiaia di prezzemolo tritato;

sale e pepe q.b.

Mezzo litro di Besciamelle (vedi ricetta in questo blog): 50gr di burro, 50 gr di farina 00, 500ml di latte, pizzico di sale, pizzico di pepe, pizzico di noce moscata; ecco il link: https://cucinareamodomio.wordpress.com/2014/12/23/besciamelle-o-besciamella/

PROCEDIMENTO

mettiamo a far bollire l’acqua per la pasta che dovrà essere salata solo a ebollizzione raggiunta, intanto preprariamo il condimento per la pasta, in un tegame alto e capiente, soffiggiamo l’aglio tritato con le acciughe con 2 cucchiaia di olio evo, spruzziamo con aceto di mele e il cucchiaino di tabasco, aggiungiamo il cavolo cappuccio tagliato finemente e appassire, dopo 5 minuti aggiungere, la curcuma, il curry, l’uva sultanina, i semi di cumino e i semi di finocchio, cuocere altri 5 minuti, spegnere il fuoco e mettere il coperchio per mantenere l’umidità;

Cuocere la pasta 4 minuti in meno indicato nella confezione, preparare la besciamelle con 50 gr di burro e farina, fateli imbrunire, aggiungere il latte e cuocere per 5/6 minuti fino a che sarà bella cremosa e densa, aggiungere il pizzico di sale e la noce moscata e il pepe a chi piace;

Scolare la pasta cotta e aggiungerla alla salsa di cavolo cotto, aggiungere la besciamelle, 25 gr di parmigiano e il Gouda a cubetti, mescolare bene e mettere in una teglia forno, cospargere con il parmigiano avanzato, un filo d’olio e una macinata di sale e pepe e un pizzico di cannella;

Cuocere in forno preriscaldato a 180° celsius, per 18 minuti più 2 minuti di grill;

Impiattare e cospargere di prezzemolo tritato, in abbinamento a Teroldego Rotaliano o azzardando a Moscato d’Asti ghiacciato; Vi consiglio di usare tutti ma proprio tutti gli ingredienti per mantenere l’equilibrio del piatto!!!


Casoncelli (Casonsei)

IMG_20180307_211851.jpg

Questa ricetta è una delizia paradisiaca, i Casoncelli sono un primo piatto di pasta ripiena, io farò la versione bergamasca, ma ci sono anche quelli Bresciani ottimi e gustosissimi;

INGREDIENTI 26/28 casoncelli

Per la Pasta

200 gr di farina “00”;

50 gr di Farina di semola di grano duro;

1 uovo;

mezzo bicchiere di acqua fredda;

un pizzico di sale fino;

Per il ripieno

75 gr di salame fresco non stagionato (pasta di salame);

60 gr di pane grattugiato;

60 gr di Pera Abate fresca;

50 gr di Carne Bovina arrostita (avanzi di arrosto o in mancanza del macinato);

40 gr di parmigiano grattugiato;

1 tuorlo d’uovo;

5 gr di uva sultanina;

1 amaretto io ho trovato una varieta morbida di Monbaruzzo, ma vanno bene anche quelli secchi;

4 ciuffi di prezzemolo;

mezzo spicchio d’aglio;

1 cucchiaino da te di buccia di limone grattugiata non trattato;

Pepe, Noce moscata, cannella;

Per il condimento

20 gr di burro;

4 cucchiaia di olio evo;

100 gr di pancetta a fette salmistrata;

8 foglie di salvia;

Sale e pepe;

100 gr di parmigiano grattugiato;

PROCEDIMENTO

Iniziamo preparando la pasta che così potrà riposare mezzora, in una ciotola mettere: la farina 00, la farina di semola, l’uovo, il pizzico di sale e l’acqua, ammalgamare bene impastando energicamente e formare una palla, coprire con un canovaccio o con un piatto e lasciare riposare a temperatura ambiente;

Prepariamo il ripieno:

se non avete l’arrosto già pronto, potete rosolare del vitello macinato con una noce di burro, un rametto di rosmarino e un pizzico di sale;

IMG_20180307_194753.jpg

In un mixer mettiamo tutti i nostri ingredienti: l’amaretto, il salame, l’aglio, parmigiano, pan grattato, macinato, uovo, prezzemolo, uva sultanina, la pera, ecc… e mixiamo bene in modo da formare una composto omogeneo e cremoso e la termine aggiungere la buccia di limone grattugiato, mezzo cucchiaino di cannella in polvere, mezzo cucchiaino di noce moscata in polvere, un pizzico di pepe e aggiustare di sale;

Stendiamo la pasta a mattarello o con la pasta maker fine, mettiamo un cucchiaino di ripieno a diastanza uno dall’altro e formare i nostri casoncelli, chiuderli e tagliarli a mezza luna con un coppapasta, e dargli una forma leggermente schiacciata in centro:

Cuocere in abbondante acqua salata per 5/8 minuti in base allo spezzore del casoncello.

IMG_20180307_211914.jpg

Prepariamo il condimento:

In una padella mettere il burro e l’olio evo e soffriggere la pancetta tagliata a fettine e quanche foglia di salvia, salare e pepare e quando la pancetta sarà ben rosolata mettere i casoncelli cotti, saltarli 1 minuti, impiattare con folgie di salvia fresca e una spolverata di parmigiano;

Abbinamento con un vino rosso locale: Valcalepio Rosso riserva o con un Valtellina Docg;


Carciofi fritti

IMG_20180305_135604

I carciofi mammole sono la verdura che preferisco, ma questa volta volevo una ricetta veloce e senza pretese, ma molto molto gustosa, la potrete servire come aperitivo in abbinamento a un buon bicchiere di vino bianco o ad un ottimo spumante italiano a voi la scelta, ottimi appena fritti;

Ingredienti per 4 persone

20 carciofi mammole

1 cucchiaio di farina di semola;

1 cucchiaio di farina “OO”;

mezzo bicchiere di aceto di mele;

buccia di limone;

prezzemolo fresco tritato

mezzo litro di olio di semi di arachidi;

sale;

PROCEDIMENTO

prendere i carciofi pulirli e privarli delle foglie più dure, lavare bene e tagliare a metà, poi in quarti ed infine a fettine sottili:

Cospargere i carciofi tagliati di aceto e sale, ammalgamate bene rigirandoli, lasciare scolare dall’eccesso in uno scolapasta, cospargere di farina di semola e di farina 00 e ammalgamare bene e eliminare l’eccesso;

In una pentola capiente mettete l’olio si semi di arcachidi e portatelo ad ebollizione, immegetevi i carciofi e lasciate cuocere per 5 minuti o almeno fino a doratura, mettere in piatto con carta assorbente e cospargere di sale, prezzemolo tritato e buccia di limone grattugiata;

Abbinamento con uno spumante italiano o con una pinot nero spumantizzato dell’Oltrepò Pavese;


Tagliolini: Carciofi, zenzero, pepe rosa e zeste di limone

IMG_20180303_195043.jpg

A Marzo arrivano i primi carciofi di stagione e abbinarli ad un primo come i tagliolini è una scelta gustosa, leggera e vegetariana;

INGREDIENTI per 4 persone

400 gr di tagliolini fatti in casa seguendo la ricetta in questo blog o comprateli di qualità;

4 carciofi freschi o per chi non ha tempo dei carciofi surgelati già tagliati a spicchi;

un pezzettino di radice di zenzero fresca lunga 4/5 cm;

un ricciolo di buccia di limone lungo circa 10/12 cm;

2 cucchiaia di parmigiano grattugiato;

1 scalogno;

1 spicchio d’aglio;

30 grani di pepe rosa;

20 gr di burro;

4 cucchiaia di olio evo;

1 cucchiaino di curcuma;

PROCEDIMENTO

prepariamo la pasta all’uovo o compriamone di qualità, mettere l’acqua per la cottura della pasta a bollire e raggiunto il bollore mettere un pughetto di sale grosso e cuociamo i tagliolini per 1/2 minuti:

IMG_20180303_191834.jpg

Prepariamo il sughetto di carciofi, pulire i carciofi e tagliarli a fettine sottili di circa mezzo centimetro, lasciare ammollare in acqua e limone;

tritare lo scalogno e l’aglio, sbucciare e tagliare lo zenzero a listarelle sottili, tagliare un ricciolo di limone senza la parte bianca e tagliarlo a listarelle sottili, in una padella mettete l’olio evo e il burro e soffriggere lo scalogno, l’aglio e lo zenzero, aggiungere i carciofi tostare il tutto e aggiungere 3/4 cucchiaia di acqua di cottura della pasta e aggiungere la curcuma, cuocere per 10 minuti ed infine aggiungere una parte delle zeste di limone, aggiungere al sughetto i tagliolini cotti e saltarli per 2 minuti con 2 cucchiaia di parmigiano grattugiato:

Impiattare decorando con le zeste di limone avanzate e il pepe rosa in grani.

Con i carciofi non si dovrebbe abbinare del vino ma consiglio comunque uno Spumante del Trentino;

IMG_20180303_195043